"Quota 100 ha una data di scadenza definitiva"

Secondo le ultime stime dell'istituto di previdenza ad andare in pensione in anticipo grazie a Quota 100 saranno meno di duecentomila persone, molte meno delle 300mila ipotizzate al momento della stesura del decretone che ha istituito il prepensionamento

Il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, durante un forum all'ANSA, Roma, 26 settembre 2019. ANSA / ETTORE FERRARI

Lo scalone pensionistico offerto da Quota 100 ha una data di scadenza definitiva, ovvero il 2021. "La misura - come spiega il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico - deve concludersi nel triennio".

Secondo le ultime stime dell'istituto di previdenza ad andare in pensione in anticipo grazie a Quota 100 saranno meno di duecentomila persone, molte meno delle 300mila ipotizzate al momento della stesura del decretone che ha istituito il prepensionamento.

"Ad oggi - spiega Tridico - sono 180mila gli italiani che usufruiscono del prepensionamento".

"Questo dimostra che le stime sono prudenti, e che chi diceva che sarebbe costato 15-20 miliardi faceva stime tendenziose. Così risparmiamo un miliardo, siamo contenti".

L'addio a quota 100 tuttavia nasconde una vera e propria beffa per gli esclusi. Alla fine del 2021, terminata la sperimentazione, per gli esclusi ci sarà il rischio concreto di un aumento secco di 5 o 6 anni dei requisiti di pensionamento.

Se a conti fatti, come vi spiegavamo in questo articolo, la riforma delle pensioni non è servita a garantire quella "staffetta generazionale" auspicata da Lega e Movimento 5 Stelle, chi maturerà i requisiti dal 2022 dovrà attendere cinque o sei anni aggiuntivi di contributi per accedere alla pensione. 

Il Sole 24 Ore fa un esempio su un caso concreto e paradossale, simulando la situazione di due lavoratori che hanno lavorato 38 anni nella stessa azienda. Il primo è nato nel dicembre del 1959 e il secondo nel gennaio del 1960: il primo andrà in pensione se lo vorrà a 62 anni, mentre il secondo dovrà optare tra un pensionamento anticipato con 42 anni e 10 mesi nel 2026 o il pensionamento di vecchiaia con 67 anni e nove mesi, addirittura nel 2029. L'uscita dalla sperimentazione triennale di quota 100, insomma, non sarà indolore. Alcuni correttivi sono indispensabili.

pensioni quota 100 infografica-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il concorso “per tutti” (o quasi): 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Imu e Tasi, ci sono novità: rischio stangata, ma per alcuni sarà conveniente

Torna su
Today è in caricamento