Poste, niente più fila per i genitori con figli neonati

La disposizione scritta nei nuovi avvisi di cortesia affissi negli uffici postali. Mamme e papà con bimbi al seguito vanno ad aggiungersi ai disabili e alle donne incinte

Foto di repertorio

Mamme e papà con neonati al seguito non dovranno più fare la fila alle Poste. La novità è contenuta nei nuovi avvisi di cortesia che verranno affissi nei 12.800 uffici postali di tutta Italia nei quali si raccomanda di dare la precedenza a clienti con disabilità motoria e visiva, alle future mamme e ai genitori con figli neonati. 

Questi ultimi sono la nuova categoria alla quale le Poste invitano tutti a prestare attenzione. Finora era una semplice indicazione non scritta, chi aveva figli neonati o molto piccoli poteva chiedere di saltare la coda. Ma ora, da luglio scorso, Poste Italiane ha introdotto una vera “norma” di cortesia che sarà evidenziata con appositi cartelli. 

Ovvero, le mamme e i papà con neonati al seguito potranno passare avanti. Chi si rifiutasse di dare la precedenza farebbe una gran brutta figura. Così, dopo le attenzioni rivolte ai disabili e alla donne incinte, ecco una nuova facilitazione per chi deve sostare anche delle ore con una carrozzina negli uffici sovraffollati.

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

  • Reddito di cittadinanza, lavora (in nero) con uno stipendio di 1.220 euro e prende il sussidio

Torna su
Today è in caricamento