Quota 100 e Rdc, un tesoretto per bloccare l'aumento dell'Iva

Contenuti a parte, il tema politico del giorno verte sulla nuova polemica tutta interna alle forze politiche con la corsa in avanti di Salvini che ha provocato molti mal di pancia tra gli alleati. Conte piccato: "Su manovra 2020 decide palazzo Chigi"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini, affiancato da Armando Siri (C) e dal sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, nel corso dell'incontro con le parti sociali al Viminale, Roma, 15 luglio 2019. ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

Sulla sterilizzazione dell'Iva c'è stato un "rassicurante atteggiamento" da parte dei membri del governo presenti all'incontro al Viminale. Lo afferma il presodente di Legacoop, Mauro Lusetti, uscendo dal vertice tra il ministro dell'interno Matteo Salvini e oltre quaranta sigle sindacali convocate per fare il punto sulla prossima manovra economica.

Oltre alla flat tax illustrata alle parti sociali dal consulente economico leghista Armando Siri uno dei temi dell'incontro ha avuto come spunto di riflessione le proposte per evitare l'aumento dell'Iva dal 2020. E il noto "tesoretto" che dovrebbe arrivare dai risparmi su reddito di cittadinanza e quota 100 dovrebbe rappresentare "una parte importante delle risorse" necessarie per evitare l'aumento dell'imposta.

Rdc e quota 100: un tesoretto anti Iva

"Ci hanno presentato una situazione rispetto la quale gli investimenti per le due misure sono superiori rispetto all'utilizzo" ha spiegato spiega Lusetti. Una tesi confermata dallo stesso presidente della commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi,

"I risparmi dal reddito di cittadinanza e quota 100 porteranno un tesoretto nel 2020 - ha detto Borghi secondo quanto riportato dai presenti all'incontro - Nel 2019 è stato incassato di più e speso di meno. E questo si confermerà per il prossimo anno".

Che il tiraggio delle misure introdotte ad inizio anno con il cosiddetto "decretone" fosse inferiore al previsto è cosa ormai nota, qui avevamo messo in evidenza come a conti fatti il tesoretto per lo Stato potrebbe essere addirittura doppio.

Altre risorse sono inoltre attese per i "maggiori incassi da fatturazione elettronica" e maggiori dividendi da Bankitalia. Resta tuttavia ancora da affrontare il negoziato con Bruxelles, e molto dipenderà dagli orientamenti della nuova commissione europea.

Conte: "Su manovra decide palazzo Chigi"

Contenuti della manovra a parte, il tema politico del giorno verte sulla nuova polemica tutta interna alle forze politiche con la corsa in avanti di Salvini che ha provocato molti mal di pancia tra gli alleati. 

Se infatti il vicepremier leghista spinge per definire la manovra economica 2020 "tra luglio e agosto" invocando un nuovo incontro con le parti sociali in 15 giorni, lo stesso premier Giuseppe Conte ha fatto presente come esistano delle regole formali e ruoli da rispettare in questi frangenti parlando di una "scorrettezza istituzionale".

"Che un leader di una forza politica voglia incontrare le parti sociali la ritengo una cosa buona e giusta, anche il viceministro Di Maio potrebbe far lo stesso col M5S. Se oggi qualcuno però pensa che non solo si raccolgono istanze e proposte dalle parti sociali, ma anticipa temi, dettagli di quella che ritiene debba essere la manovra economica, ecco questo non è corretto affatto, si entra nel terreno di scorrettezza istituzionale".

"L'ho già detto: la manovra economica vien fatta qui a Palazzo Chigi" commenta piccato il premier che ha anche fatto presente come la presenza di Armando Siri - l'ex sottosegretario indagato per corruzione cui Conte ha revocato le deleghe - apre una ulteriore questione: 

"Armando Siri può partecipare a incontri politici, ma non ad appuntamenti di governo. Se è una logica di un incontro politico, ci sta bene la presenza di Siri. Se è la logica di un incontro governativo, non ci sta bene la presenza di Siri".

Inoltre dallo staff del Presidente del Consiglio si fa rilevare che da oltre due settimane il Presidente Conte sta sollecitando la Lega a dare i nomi dei delegati che dovrebbero rappresentare il Carroccio stessa ai tavoli sulla manovra (sono 5 tavoli, tra cui anche quello sulla riforma fiscale). La Lega, viene riferito, non ha ancora indicato questi delegati.

La Flat Tax della Lega: aliquota al 15% col “tetto” a 55mila euro

Guarda anche

Salvini a Bologna: in 5mila al Paladozza, diecimila nella piazza delle "sardine"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Lucia Borgonzoni e Matteo Salvini al Paladozza per l'evento ufficiale di apertura della campagna per le elezioni regionali. Dall'altro lato, un fiume di persone scese in strada: sono le 'sardine' di Piazza Maggiore. BolognaToday ha indagato gli umori degli schieramenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Sonia Bruganelli: "Paolo Bonolis? La passione se n'è andata"

Torna su
Today è in caricamento