Assicurazione auto, c'è già la doccia fredda: "Altro che rivoluzione, tutti pagheranno di più"

Le imprese assicuratrici: ''La presunta rivoluzione nella rc auto, in realtà è una vittoria di Pirro. Questo significa che ci sarà qualcuno che pagherà di meno e qualcuno pagherà di più. Tendenzialmente noi pensiamo che tutti pagheranno un po' di più"

Rc Auto, rischio rincari (foto Ansa)

''La presunta rivoluzione nella rc auto, in realtà è una vittoria di Pirro. Questo significa che ci sarà qualcuno che pagherà di meno e qualcuno che pagherà di più. Tendenzialmente noi pensiamo che tutti pagheranno un po' di più". Ad affermarlo in un'intervista al Gr1 è Umberto Guidoni, responsabile direzione business di Ania. Ania è l'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, rappresenta le imprese di assicurazione operanti in Italia.

Rc Auto, la rivoluzione classe unica rischia di restare un'ipotesi

L'ipotesi di una classe unica, la più bassa, per tutta la famiglia era stata accolta con favore da tanti automobilisti. Secondo Andrea Caso (M5s) il risparmio potrebbe essere per alcune famiglie del 30 o 40 per cento. Rischia di restare pura teoria. 

Nel dl fisco una nuova norma - che deve però avere ancora l'ok finale - dà il diritto di assicurare tutti i veicoli posseduti in famiglia, compresi motorini e scooter, con la classe di merito più bassa. In pratica così sarebbe creata una classe unica familiare che dovrebbe portare a una riduzione delle tariffe. 

Alla domanda se la tentazione sarà quella di livellare verso l'alto le tariffe Guidoni (Ania) senza troppi giri di parole, con un ragionamento lineare, ha risposto: ''Se i costi rimangono inalterati e la raccolta premi, cioè il volume delle entrate delle imprese di assicurazione, diminuisce, significa che le imprese non si potrebbero sostenere. Per evitare che questi premi gravino su pochi è necessario andare a redistribuirli su tutti ''. E dunque andrete ad aumentare i premi su tutti ? '' Il timore che abbiamo - ha concluso Guidoni - è questo. Ma sarebbe il minore dei mali. Noi riteniamo che una misura del genere abbia un impatto sociale negativo ''.

Codacons: "Il rincaro delle tariffe Rc auto è assicurato"

La posizione espressa dall’Ania in merito all’Rc auto familiare conferma in pieno i timori del Codacons, che già aveva parlato di possibili rincari delle tariffe assicurative come conseguenza della misura prevista dal Dl Fisco.

“Come paventato dal Codacons, l’Ania ha messo le mani avanti parlando di effetti negativi sui prezzi derivanti dalle nuove misure del Governo – afferma il presidente Carlo Rienzi – Ora il rincaro delle tariffe Rc auto è assicurato, e i vantaggi che potrebbero derivare dal provvedimento inserito nel Dl Fisco verranno cancellati da un aumento generalizzato dei prezzi assicurativi. Il Governo deve correre ai ripari, prevedendo misure per impedire rialzi delle polizze e sanzioni pesanti contro le speculazioni legate all’Rc auto familiare".

Rc Auto, con il "bonus famiglia" cambia tutto: unica classe per tutti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

  • La giornalista Rosanna Sapori trovata morta nel lago d'Iseo

Torna su
Today è in caricamento