Reddito di cittadinanza, altolà ai furbetti: l'M5s assume centinaia di ispettori

Prevista l'assunzione di 900 nuovi ispettori del lavoro e pene fino a 6 anni di carcere per contrastare i furbetti che potrebbero richiedere il nuovo sussidio riservato ai disoccupati pur svolgendo un'attività irregolare

Reddito di cittadinanza a chi lavora in nero? Dal Movimento 5 stelle assicurano che "neanche un centesimo andrà nelle tasche di chi lavora in maniera irregolare". Solo ieri l'associazione delle piccole medie imprese Cgia di Mestre ha pubblicato alcuni dati allarmanti che parlano di come sia plausibile stimare che la metà dei 6 miliardi che il governo ha intenzione di erogare per il reddito di cittadinanza, pari a 3 miliardi di euro, possa "finire nelle tasche di persone che non ne hanno diritto".

Reddito di cittadinanza, l'allarme: "La metà andrà a chi lavora in nero"

Dati "azzardati" secondo i portavoce del MoVimento 5 Stelle della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati che commentano la bozza del decreto su Quota 100 e Reddito di cittadinanza di cui abbiamo già diffusamente parlato ieri. Nei 27 articoli che lo compongono si evince chiaramente che il governo stima in 1.437.000 famiglie la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza (per 8,5 miliardi di spesa). Si tratta di Il reddito di cittadini italiani in condizione di povertà, ma anche cittadini europei ed extracomunitari residenti in Italia da almeno 10 anni.

Ma come contrastare quindi i furbetti che potrebbero richiedere il nuovo sussidio riservato ai disoccupati pur svolgendo un'attività irregolare? (per l'Istat sono circa 3,3 milioni gli italiani che lavorano in nero).

La misura tanto cara al Movimento 5 stelle prevede rigidi controlli e sanzioni. Si ricorda inoltre che la manovra 2019 ha stanziato i fondi per assumere 900 nuovi ispettori

"Avranno come funzione quella di vigilare sul completo rispetto delle regole" spiegano dal Movimento 5 stelle.

“Siamo sicuri che il lavoro coordinato tra Inps, Agenzia delle Entrate, Centri per l’impiego e Ispettorato Nazionale del Lavoro creerà una macchina funzionante sotto tutti i punti di vista"

Controlli sì, ma considerando la platea di possibili beneficiari sarà un duro compito. Quindi a scoraggiare chi chiederà il reddito di cittadinanza senza requisiti è compito delle sanzioni.

Ai furbetti del reddito fino a 6 anni di carcere

"Le pene appunto potranno arrivare fino a 6 anni di carcere - spiegano i portavoce M5s - sarà sicuramente un ulteriore deterrente per tutte quelle persone che cercheranno, in qualche modo, di ingannare lo Stato".

Reddito di cittadinanza, altro che "mancetta": obblighi e limiti per il nuovo sussidio

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Quando lo zenzero fa male

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

I più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 18 giugno 2019

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

  • Temptation Island 2019: quando comincia, anticipazioni e coppie

  • Prende reddito di cittadinanza e disoccupazione, ma lavora in nero: interviene la Finanza

Torna su
Today è in caricamento