Reddito di cittadinanza e bonus per chi assume: cortocircuito nel mondo del lavoro

Sgravi per chi assume i beneficiari del reddito di cittadinanza. Chi è disoccupato e senza sussidio difficilmente troverà un datore di lavoro disposto ad assumerlo

Reddito di cittadinanza. Foto Ansa

Carlo (nome di fantasia) si è dimostrato molto preparato e competente al colloquio di lavoro, ma non è stato assunto. Disoccupato, ha fatto domanda per il reddito di cittadinanza, ma non è stata accettata. La sua "colpa"? Avere un papà pensionato: il reddito familiare supera così le soglie necessarie per poter accedere al sussidio. Carlo è disperato perché forse non troverà mai un impiego: il capo dell'azienda presso la quale ha fatto il colloquio di lavoro preferirebbe assumere chi percepisce il reddito di cittadinanza, così da poter avere gli sgravi contributivi previsti dalla legge. E così Carlo continuerà ad essere disoccupato, e senza reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza e bonus per chi assume: come stanno le cose

Eccolo il cortocircuito nel mondo del lavoro generato dai bonus alle assunzioni per chi assume i beneficiari del reddito di cittadinanza. Gli sgravi per le imprese che assumono un disoccupato titolare del sussidio voluto dal Movimento 5 stelle rischiano di trasformarsi in un boomerang, penalizzando i giovani disoccupati la cui domanda di Rdc non è stata accolta.

Operai sul campanile per protesta: "Il reddito di cittadinanza per noi licenziati non c'è"

Vediamo cosa stabilisce la legge nel decreto n.4/2019. Lo sgravio contributivo riconosciuto alle imprese che assumono disoccupati beneficiari del reddito di cittadinanza potrà arrivare fino a 780 euro al mese e sarà pari alle mensilità di sussidio riconosciute al neoassunto. Sarà necessario rispettare specifici adempimenti per fruire del bonus contributivo e sarà lo stesso datore di lavoro a dover entrare nel circuito del reddito: contestualmente all'assunzione del beneficiario del reddito di cittadinanza, il datore di lavoro dovrà stipulare presso il centro per l'impiego un patto di formazione, nel quale si garantisce al beneficiario un percorso formativo o di riqualificazione professionale. Le imprese dovranno comunicare sul sito dedicato al RdC i posti disponibili, e saranno incentivate esclusivamente le assunzioni a tempo pieno e indeterminato e non quelle a tempo determinato. Soltanto in tal caso, e ad assunzione avvenuta, si avrà diritto al bonus. L'importo del reddito di cittadinanza per le imprese che assumono verrà calcolato tenendo conto delle mensilità non fruite dal lavoratore, e sarà pari ad un minimo di cinque mesi (3.900 euro nel caso di assunzione di un beneficiario del reddito pieno, pari a 780 euro).

Navigator, già in 16mila per 3mila posti: solo dalla Sicilia 2500 candidati

Come funziona il bonus per chi assume? L'incentivo per i datori di lavoro in caso di assunzione viene calcolato secondo queste regole:

  • per quanto riguarda le assunzioni a tempo pieno e indeterminato di beneficiari del reddito di cittadinanza, è riconosciuto uno sgravio contributivo di importo pari alla differenza tra 18 mensilità di RdC e quelle già godute dal beneficiario;
  • il bonus spetterà solo se il lavoratore non venga licenziato senza giusta causa o giustificato motivo nei trentasei mesi successivi all'assunzione, pena la restituzione dell'importo maggiorato di sanzioni;
  • l'importo, come detto, non potrà essere inferiore a cinque mensilità.

Cosa succede se il lavoratore con reddito di cittadinanza viene licenziato

Nel provvedimento sulle agevolazioni alle imprese connesse al reddito di cittadinanza è stata inserita anche una norma che, in caso di successivo licenziamento del lavoratore assunto con la dote iniziale, obbliga l'impresa a restituire il bonus, maggiorato delle sanzioni civili previste per il mancato versamento dei contributi. "Nel caso di licenziamento del beneficiario di RdC, il datore di lavoro è tenuto alla restituzione dell'incentivo fruito maggiorato delle sanzioni civili di cui all'art. 116, comma 8, lettera a), della legge 23 dicembre 2000, n. 388, salvo che il licenziamento avvenga per giusta causa o per giustificato motivo". E allora è lecito chiedersi se un datore di lavoro si assumerà il rischio di dover restituire gli sgravi contributivi ricevuti nell'ipotesi in cui dovesse decidere in futuro di licenziare il lavoratore ex titolare del reddito di cittadinanza. 

Tra quest'ultima "contro-indicazione" all'assunzione e il caso presentato all'inizio - quello per cui un disoccupato senza reddito potrebbe essere penalizzato da un datore di lavoro per via dei mancati bonus contributivi - ci sembra assai difficile che il sussidio possa davvero trasformarsi in un incentivo per favorire le assunzioni.

Per approfondire:

Reddito di cittadinanza, importo medio 520 euro: e l'Inps si scusa per il "caso social"

Reddito di cittadinanza, cosa si potrà pagare (e cosa no) con la rdc card

Reddito di cittadinanza e "lamentele" per l'importo: facciamo chiarezza sulle cifre

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Direi non solo il movimento , ma anche la lega di salvini a le sue colpe , un procedimento passa se ci sono le due firme , a casa tutti e due

  • Un governo di incapaci non preparati produce solo danni, come se un idraulico, con tutto il rispetto dovuto alla professione si mettesse a operare come cardiochirurgo...

  • 1. Il nome corretto del reddito , è il reddito di povertà. Se tu, Carlo vivi con padre, madre, nonno e tutti i tuoi percepiscono la pensione, lo stipendio e possiedono, casa, macchine di proprietà perchè richiedere il sussidio ? Io ho ricevuto 736 euro, non possiedo ne auto, ne moto/ciclomotore, ne casa di proprietà, ne lavoro. 2. Non è solo con il sussidio c'era il problema di assunzioni, ma, anche prima. Al datore di lavoro non conviene pagare 1000 euro di tasse su un lavoratore nuovo, li conviene o fare un contratto Part-time e farlo lavorare Full-time, o tutto a nero, con un pagamento di tasse minime. Il problema qui è il governo stesso, che non ha offerto agevolazioni prima per assunzioni, non è un problema del lavoratore o datore del lavoro. 3. Italia ama curare le cose, ma mai prevenire. Ad esempio, - In Italia, ci sono molti sbarchi, dalla parte del Africa, in questo caso Italia "cura" ma non previene. Riceve qui miliardi erogati dal Europa e paga lì e qui, e altro se lo mette in tasca. Come si può prevenire la situazioni degli sbarchi? Semplicemente, andare con 1 miliardo in Africa e spendere tutti lì, perchè la forza lavoro lì è super economica rispetto ad un italiano di 1000 euro mensili. Però non conviene dare dei soldi ad altri perchè non si guadagna. - In Italia, tutti sanno che ci sono patologie come: - Gioco d'azzardo - Sigarette - Alcol Però è meglio scrivere sui biglietti o pacchi delle sigarette che fa male, ma effettuare una limitazione (vendita 1 pacco di sigarette alla settimana e permettere di giocare solo 5 euro alla settimana) che andrà a migliorare la vita dei prorpi cittadini no signore, è meglio guadagnare miliardi provvenienti dai giochi d'azzardo e sigarette ed il PIL andrà presto a trovare a Spongebob. 4. Invece di mettersi a protestare per un sussidio, perchè nessuno protesta contro le pensioni superiori a 3.000 euro ? Perchè le persone che lavoravano nel Governo/Parlamento prendono pensioni stellari e non come tutti altri operai ? Il Governo e il Parlamento devono servire il popolo e non il contrario. Con 3000 euro di pensione tu puoi vivere come un re (si, non riuscirai a mangiare caviale tutti i giorni, però è meglio di 1000 euro).

  • Il reddito di ciufolanza chi se lo prende sono sempre quelli ma nel pupù!

  • @Rosy (e anche agli altri), BRAVI, continuate a votare pd o fi che è solo grazie a loro (e quelli di prima) se l'Italia si ritrova in queste codizioni

  • mi sento in colpa perché anche io ho votato i 5 stelle ma ora ho capito che sono solo degli incompetenti e ci stanno mandando allo sfracello meno male che tutti si stanno rendendo conto dai sondaggi e pertanto alle prossime elezioni lo auguro di vero cuore che sparirete dal mondo politico.

  • Disinformazione ma cosa dite , i 40 euro cosa sono allora ? Mi chiedo se possono prelevarli o fare la spesa ? A casa questo movimento

  • ora allora lo diamo a tutti anche a chi lavora che dite?...ipocriti che non siete altro che qualunque cosa si faccia la sbaglia con voi...

  • Basta con questa disinformazione a puro scopo politico.

  • Ahhh anche a 40 euro ? Mi sa che i navigatori come vengono chiamati prendono più soldi , non voterò mai più il movimento

  • Reddito di nullafacenza..!! infatti se offri lavoro ti chiedono di essere assunti in nero cosi' non perdi il reddito di nullafacenza..!! Tutti erano convinti di prendere 780 euro invece non e' cosi' perche' nesuno si degna di leggere le norme quando vengono emesse..!! infatti si sentono importi di 40 80 euro e simili. Complimenti Italia con questa scusa dato che il governo si e' dovuto impegante con questa fandonia ha cancellato il reddito di inclusione che era 510 Euro nette in piu' nel 2020 aumentera' le accise e L'IVA complimenti veramente

Notizie di oggi

  • Economia

    Costretti a chiedere un prestito per curarsi (e spesso si finisce per pagare troppo)

  • Economia

    Italia al palo: crescita a zero, consumi fermi e deficit in salita

  • Politica

    L'Agcom diffida il Tg2: "Servizi parziali e non obiettivi, episodi reiterati e non occasionali"

  • Politica

    Busta con proiettile a Salvini intercettata dagli artificieri

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

Torna su
Today è in caricamento