Nuova Banca Etruria risarcirà i risparmiatori: indennizzi subito

Il nuovo istituto bancario sarebbe pronto a risarcire in parte i correntisti truffati prima dei decreti. La proposta del presidente Nicastro è al vaglio di Bankitalia e ministero

ROMA - I risparmiatori di Banca Etruria che hanno perso i loro soldi saranno risarciti.

L’istituto di credito ha annunciato un anticipo di indennizzo per i suoi correntisti. Anticipo che potrebbe arrivare prima dei decreti al varo dell’arbitro Raffaele Cantone e del fondo di solidarietà da cento milioni di euro.

Valentina Conte e Liana Milella su Repubblica scrivono che dal primo gennaio 2016 è entrato in vigore il bail in e che, allarmata dalla fuga dei risparmiatori, Banca Etruria sarebbe pronta a rimediare prima dei decreti del governo di Matteo Renzi e della Banca d’Italia:

Ne beneficerà un circostanziato gruppo di investitori della vecchia Banca Etruria, sciolta dal decreto del 22 novembre, che verrà ristorato almeno in parte e a stretto giro non dal fondo di solidarietà (almeno non subito), né dal governo, ma dalla nuova Banca Etruria, nata dalle ceneri della vecchia e guidata da Andrea Nicastro, in attesa di superare poi l’arbitrato e dunque recuperare l’intera cifra 

La proposta del presidente Nicastro è ora al vaglio di Bankitalia e ministero. I fondi non arriveranno (per ora) dal fondo di solidarietà del governo. Si tratta di un prestito privato in linea con leggi e vincoli Ue. A beneficiarne saranno probabilmente i 638 risparmiatori che hanno investito meno di centomila euro sulle obbligazioni subordinate.