Salvini e Di Maio traditi dai "numerini": lo spread resta alto e l'Ue non vuole fare sconti

La variazione dello 0,2 % offerta dal governo non basterà a scongiurare l'apertura di una procedura di infrazione. Dombrovskis: "Serve una correzione consistente"

Matteo Salvini e Luigi Di Maio (ANSA)

E ora che si fa? Nonostante il governo abbia aperto alla possibilità di abbassare il deficit - come richiesto dall’Ue e dai mercati -, il divario tra il rendimento di Bund tedeschi e Btp italiani resta molto alto. Ieri lo spread ha chiuso sopra i 290 punti, e oggi non sembrano esserci variazioni sostanziali. Certo, rispetto ai 330 punti di martedì scorso un passo avanti è stato fatto, ma è opinione comune che se il differenziale dovesse rimanere  intorno ai 300 punti i rischi per l’economia potrebbero diventare seri e concreti. Eppure è quello che sta avvenendo, segno che per adesso i mercati non si fidano e aspettano di capire quali sono le intenzioni del governo.


Salvini e Di Maio hanno sempre affermato di non voler parlare di "numerini", dello "zero virgola", ma per una strana legge del contrappasso, i "tecnocrati" di Bruxelles potrebbero aprire una procedura di infrazione contro l’Italia proprio perché le correzioni apportate dal Tesoro sono poca cosa (lo 0,2 %). In un’intervista a "La Stampa", il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis ha detto oggi che per evitare l’apertura di una procedura sul debito non bastano gli annunci: il governo italiano "deve prendere provvedimenti concreti" ma soprattutto serve una "correzione consistente" dei conti. Un taglio del deficit limitato allo 0,2%, infatti, "non è sufficiente" perché la distanza rimane "molto ampia". 

E più tardi, parlando in conferenza stampa a Bruxelles, Dombrovskis ha ribadito che "il divario è molto grande: è chiaro che deve esserci una correzione sostanziale della traiettoria di bilancio, non marginale".  Dombrovskis ha poi ricordato che "secondo la decisione del Consiglio del luglio scorso, l'Italia dovrebbe fare uno sforzo strutturale pari allo 0,6% del Pil. Invece, sta programmando un peggioramento pari allo 0,8%, che per le previsioni della Commissione sono in realtà l'1,2%”. 

Ma uno spread così alto può avere ripercussioni sul sistema bancario? "Certamente - dice Dombrovskis - vediamo che l'aumento degli spread per i titoli di Stato sta avendo ripercussioni sulle aziende italiane,comprese le banche. Quindi è importante che la traiettoria di bilancio venga corretta, che il deficit e il debito pubblico vengano portati di nuovo su una traiettoria discendente, e che, di conseguenza, gli effetti negativi sull'economia italiana siano minimizzati". 

La posizione dell’Ue dunque è molto chiara: per avere l’ok della Commissione il governo italiano dovrà mettere sul piatto un taglio del deficit molto più consistente e ripensare da capo la legge finanziaria, a cominciare dalle due misure simbolo della "Manovra del popolo", reddito di cittadinanza e riforma delle pensioni. L’altra alternativa è trovare le coperture necessarie ricorrendo ai soliti tagli lineari o attingendo da altri capitoli di spesa. Ma per ora, dei "70 miliardi di coperture annue a regime" promessi dai 5 Stelle in campagna elettorale, non c’è alcuna traccia. 
 

Guarda anche

In giro per Milano spuntano tanti "baby-Salvini": la nuova opera di Cristina Donati Meyer

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Ci piacerebbero dei politici che lavorano per risolvere i problemi del Paese e della povera gente, francamente di cosa mangiano e di quanto sono simpatici e sarcastici, non ce ne importa granché", scrive l'artista

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Di Maio e Salvini, diciamoci la verità... vi hanno fregato. Vi costringeranno a variare la manovra, e non manterrete le promesse elettorali. Inoltre, se varierete la manovra, questa sarà analoga a quelle adottate dai governi dell'ultimo decennio, che hanno portato ad innalzare il debito dal 106 al 131% in dieci anni; ma incolperanno VOI di aver danneggiato l'economia nazionale ed i risparmiatori italiani. Se invece terrete duro, vi penalizzeranno portando lo spread a livelli stellari; lo faranno LORO, ma incolperanno VOI di aver danneggiato l'economia nazionale ed i risparmiatori italiani. Qualunque decisione prenderete, il vostro destino è segnato... se poi contate che i parametri di Maastricht prevedono un debito che deve essere al massimi il 60% del PIL, e nell'ultimo decennio è invece stato più del doppio..., che attualmente il deficit programmato è del 2,4%, sotto la soglia del 3%, mentre tra il governo Berlusconi ed il governo Renzi è sempre stato pari o al di sopra del 3%... potete rendervi conto di come agli altri sono stati "perdonati" peccati MOLTO più gravi dei vostri. La procedura per debito eccessivo è solo una CHIARA SCUSA per fregarvi. Sapete, non basta vincere le elezioni per governare... sicuramente non basta in Italia, non basta in questa Italia, men che meno basta in questa Italia SCHIAVA DELL?EUROPA. Però, è stato un bel sogno. Grazie per averci momentaneamente liberato dal "Politicamente corretto" della Boldrini, dai "poveri migranti" delle ONG, per aver costetto ASPI a rendere pubblico il contratto... per averci mostrato con quale faccia tosta gli esponenti dei precenti governi riempio di sciocchezze i talk show... è stato meglio che niente. Grazie.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Né pensione né congedo: deve lasciare sola la moglie malata per non perdere il lavoro

  • Cronaca

    Bomba ecologica nelle strade di tre Regioni: i Verdi si appellano all'antimafia

  • Meteo

    Maltempo, l'allerta meteo si estende: piogge e temporali in arrivo

  • Mondo

    Attentati di Pasqua in Sri Lanka: sale ancora il bilancio dei morti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 20 aprile 2019

  • Reddito di cittadinanza, fioccano le "lamentele" per l'importo dell'assegno

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 18 aprile 2019

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 16 aprile 2019

  • Pamela Prati rompe il silenzio: ecco la verità su Mark Caltagirone

Torna su
Today è in caricamento