Aerei a terra, sindacati annunciano lo sciopero di tutto il settore

Si prevedono 24 ore di caos negli aeroporti italiani: per il prossimo 21 maggio i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo hanno annunciato uno sciopero di tutti i lavoratori del settore sullo sfondo della crisi che agita Alitalia

Sciopero per tutto il settore del trasporto aereo il prossimo 21 maggio per l'intera giornata. Lo hanno I sindacati di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo.

Lo sciopero del 21 maggio conivolgerà tutti i lavoratori del comparto, ad eccezione dei controllori di volo.

Sciopero aerei, il caso Alitalia

Alla base della protesta annunciata la proproga per la presentazione delle offerte per acquisire Alitalia. Resta infatti il nodo della partecipazione di Atlantia alla NewCo cui dovrebbero partecipare Ferrovie dello Stato (30%) e Delta Air Lines (15%) oltre a Ministero dell'economia per circa il 15%. 

Dal fronte sindacale l'unione sindacale di nbase lamenta mancati investimenti da parte dei privati per circa il 40% rispetto a quanto quntificato come necessario. 

"Soggetti che si occupano di strade e aeroporti si affacciano alla negoziazione, non si capisce bene per necessità di chi, come ad esempio, sarebbe coinvolto Riccardo Toto concessionario delle autostrade abruzzesi dei Parchi. Anche il gruppo Atlantia è sullo sfondo e considerati gli affari che ruotano sull’aeroporto di Fiumicino e nel gruppo Autostrade Per l’Italia, ciò lascia non poche perplessità. Si consideri anche che, nel passato, la presenza della società nel capitale Cai e Sai non ha di certo favorito il vettore quanto avrebbe potuto."

I Commissari di Alitalia non nascondono né la fretta, né il nervosismo. Stefano Paleari nell’ultimo incontro con le organizzazioni sindacali ha confermato un andamento positivo dei ricavi e indici di performance in ripresa, la disponibilità di cassa a 486 milioni e 197miioni tra depositi IATA e cauzioni di garanzia per i leasing. Tuttavia è chiaro che la Compagnia non può reggere senza investimenti corposi e un piano industriale.

Nel frattempo rimane aperta la CIGS a zero ore, tutti i problemi della gestione, i contratti e la questione degli scatti di anzianità congelati, i premi di produzione non corrisposti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Ora solare 2019, quando scatta il cambio: il tempo stringe

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento