Sciopero contro Renzi: trasporti fermi e cortei nelle città

La protesta in 54 piazze italiane contro le politiche economiche del governo. Manca la Cisl. La mappa della mobilitazione e i disagi nelle città italiane

ROMA - Italia bloccata, oggi, e sindacati in piazza per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil per protestare contro Jobs act e legge di stabilità varate dal governo di Matteo Renzi. Manca all'appello la Cisl che ha scelto di non manifestare bollando lo sciopero generale come "uno strumento inadeguato", mentre ha deciso di aderire l'Ugl. Dalla scuola ai trasporti, dalla sanità agli uffici pubblici, la protesta prevede l'astensione di tutta la giornata lavorativa di tutti i settori, anche privati.

Dopo gli scontri con l'esecutivo e il dietrofront di Palazzo Chigi sulla precettazione degli addetti ai trasporti chiesta dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, i sindacati hanno programmato 54 manifestazioni nelle piazze d'Italia (10 regionali, cinque interprovinciali e 39 territoriali), dove si radunano anche gli studenti (slogan della giornata «Così non va», scelto anche come hashtag sui social network). La leader della Cgil Susanna Camusso parla da piazza San Carlo a Torino, mentre il segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo ha scelto Roma. A Genova c'è il numero uno della Fiom Cgil Maurizio Landini.

"Il governo sbaglia a escludere il confronto e la partecipazione con i sindacati". Ad affermarlo è stata Camusso in una intervista al Gr Rai. "È un errore", ha continuato la leader della Cgil, "anche perché ci pare che la priorità che indica al Paese che è innanzitutto quella del bisogno di lavoro, non trovi corrispondenza nei provvedimenti che il governo sta facendo". Camusso alla domanda sui primi dati dello sciopero ha detto che quelli che ha il sindacato fin qui "sono molto positivi".

camusso tweet-2

Roma - Il corteo con Barbagallo parte alle ore 9.30 da piazza Esquilino per arrivare, alle 11.30 circa, in piazza Santi Apostoli dove è previsto l’intervento del segretario generale della Uil. 

Milano - Al via alle 9.30 la manifestazione di Milano: partenza da Porta Venezia per arrivare davanti al Duomo. Dal palco, interventi di Graziano Gorla, segretario generale Cgil Milano, e Danilo Margheritella, segretario generale Uil. Nel frattempo, un gruppo di esponenti di «Attitudine No Expo» ha già occupato simbolicamente il cantiere di Expo improvvisando un corteo e srotolando alcuni striscioni contro l’Esposizione universale. Ne danno notizia gli stessi manifestanti il quali spiegano di aver «deciso di minare l’inviolabilità del cantiere oggi perché, gli stessi sindacati firmatari dei contratti di Expo 2015, hanno convocato oggi uno sciopero generale allo scopo di tutelare i lavoratori dalla stessa precarietà di cui si sono resi complici a Milano». Numerosi gli slogan contro il JobsAct e lo SbloccaItalia. Il blitz, durato alcuni minuti, si è svolto senza tensioni.

Torino - La manifestazione con Susanna Camusso si apre con il corteo da piazza Vittorio, poi alle 11 il comizio in piazza San Carlo. Partecipano migliaia di lavoratori provenienti da tutto il Piemonte. Oltre 200 i pullman che hanno raggiunto Torino.

Genova - Copertoni di auto in fiamme e transenne a bloccare lungomare Canepa nei pressi del varco di ponte Etiopia da parte di un gruppo di lavoratori del porto di Genova. Pesanti le ripercussioni sul traffico cittadino.

Firenze, Pisa, Siena - Tre manifestazioni in Toscana: a Firenze, Siena e Pisa. Un centinaio di auto con bandiere dei sindacati Cgil e Uil diretti alla manifestazione di Pisa, stanno rallentando il traffico sulla A/12 da Viareggio con blocchi al casello di Pisa. Lo segnala la polizia stradale. La manifestazione prevista a Pisa riunisce anche i manifestanti delle province di Massa Carrara e di Livorno.

Bologna - Quattro cortei in città. Nel capoluogo emiliano si sono già messi in moto nella notte gli studenti di Link Bologna: un Babbo Natale con il volto di Matteo Renzi ha distribuito «pacchi regalo» a studenti e precari che affollano la zona universitaria. I pacchi sono stati poi depositati sotto il grande albero di Natale in piazza Nettuno. «I provvedimenti del governo Renzi - dicono - sono un “pacco” per la nostra generazione: jobs act, Sblocca Italia, Piano scuola, Decreto Poletti».

Napoli - Qui si terrà una manifestazione regionale, con un corteo che partirà alle ore 9,30 da piazza Mancini per approdare in piazza Matteotti, dove sono previsti i comizi di Anna Rea, segretaria generale della Uil Campania e Gianna Fracassi, segretaria nazionale della Cgil. 

Guarda anche

Camusso: nel Def attenzione alle nostre rivendicazioni

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le strategie economiche tracciate dal governo col Def, il documento di economia e finanza, hanno tenuto conto anche delle richieste della Cgil

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il concorso “per tutti” (o quasi): 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Imu e Tasi, ci sono novità: rischio stangata, ma per alcuni sarà conveniente

Torna su
Today è in caricamento