Eni Corporate University: un centro di formazione continua, employer branding e orientamento per i dipendenti e i loro figli

Eni Corporate University (ECU), società costituita nell’ottobre del 2001, è il centro di competenza, per Eni e le sue società, per le attività di formazione manageriale, comportamentale, istituzionale e tecnica, l’addestramento operativo, i rapporti con le Università e con le altre istituzioni formative e le attività di orientamento ed employer branding, le iniziative di reperimento e selezione.

Nasce dall’accorpamento delle numerose strutture che prima della sua costituzione erano dedicate, nel Gruppo Eni, alle attività suddette, con l’obiettivo di avere su questi temi una governance ben definita e integrata nella politica delle Risorse Umane di Eni, che potesse contribuire allo sviluppo di una corporate identity unitaria a supporto del business e del processo di integrazione societaria che in quegli anni faceva registrare i primi passi, con la transizione da una struttura organizzativa avente forma di holding a una società divisionale, successivamente evoluta verso una società pienamente integrata.

Embrione di Eni Corporate University è la storica Scuola Enrico Mattei, da Mattei fondata nel 1957 (solo 4 anni dopo la costituzione di Eni) come scuola di formazione post-universitaria nell’ambito degli idrocarburi, di fatto una business school che rappresentava un’assoluta novità nel panorama italiano, tuttora parte integrante di ECU e divenuta nel tempo scuola di management ed economia dell’Energia e dell’Ambiente, che in 62 anni, attraverso il Master MEDEA, ha formato circa 3.000 studenti provenienti da 110 paesi diversi di tutti e cinque i continenti.

Le solide radici di Eni Corporate University confermano che il valore della formazione è inscritto nel DNA di Eni e connota da sempre il modo di Eni di fare impresa, di valorizzare e accrescere competenze e know-how delle proprie persone, di entrare in relazione con i territori nei quali l’azienda opera, in Italia e all’estero.

Gli studenti di Eni Corporate University

I clienti di Corporate University sono per la quasi totalità Eni e le società di Eni che propongono iniziative da realizzare direttamente a loro vantaggio o a vantaggio delle società con le quali hanno in essere rapporti di partnership (solo in casi molto sporadici Ecu è stata invitata a effettuare iniziative formative per fornitori).

Pertanto ECU realizza attività di formazione e selezione anche nell’interesse diretto di National Oil Companies (NOC) con le quali Eni intrattiene relazioni di business, o con partner commerciali (es. franchisee, agenti, etc).

La formazione per le persone

  • I contenuti

La formazione realizzata per le persone sostiene lo sviluppo del business e della persona a livello globale, anche in aree di frontiera, quali l’Iraq o il Mozambico. I contenuti spaziano a 360 gradi da aspetti tecnici relativi alla perforazione e al project management o all’ingegneria dei giacimenti, fino alla negoziazione internazionale, alla leadership, a temi di geopolitica, di etica e compliance e di sicurezza operativa, estremamente importanti stante la complessità del nostro business.

L’allineamento delle competenze ai cambiamenti innescati dalla digital transformation e dalla transizione energetica verso un futuro low carbon rappresenta una sfida da cui dipenderà la capacità di implementare le strategie di business: grande rilevanza assumono pertanto sempre di più questi temi nell’ambito dei programmi formativi.

  • Le metodologie

Tutte le metodologie utilizzate e gli strumenti di formazione e addestramento: dalla lezione frontale, ai workshop, all’e-learning, ai case study, ai project work, ai role-playing, ai simulatori, al personal coaching, al mentoring e al training on the job.

Un’importanza sempre maggiore, soprattutto per un’azienda le cui persone sono distribuite worldwide, stanno acquisendo i sistemi di distance-learning che arricchiscono peraltro il grado di flessibilità e di efficienza dei processi e sanciscono il pieno utilizzo delle tecnologie digitali anche a supporto dei processi formativi. Il sistema di distance-learning (Enicampus) è stato a fine 2018 integrato da un ambiente di distance-learning specificamente dedicato al tema della Digital transformation con contenuti Open aperti a tutta la popolazione in Italia e all’estero.

Sempre grazie al supporto delle tecnologie digitali, Eni sta lanciando sistemi di Virtual Reality Training, a partire dall’area HSE dove ha sviluppato un intervento formativo antincendio con questa metodologia, con estensioni già in via di implementazione in altre aree professionali (es. drilling).

All’investimento sulla formazione a distanza si affianca un rinnovato impegno nella formazione di massima prossimità e personalizzazione, il personal coaching e il mentoring. Negli ultimi anni è stato costituito, a seguito dell’attuazione di un programma specifico di formazione e certificazione dei nostri specialisti interni, una corporate coaching academy che può erogare fino a un centinaio di percorsi di coaching individuali all’anno, oltre che interventi di team e group coaching. Più recentemente, si è avviata una corporate mentoring academy, costituita ad oggi da circa 90 senior manager certificati.

  • L’apporto della docenza interna

Quanto realizzato può contare anche sull’apporto di 810 Active Trainer della nostra Faculty Interna, ossia manager e specialisti di Eni che, adeguatamente formati, contribuiscono, per una quota del loro impegno annuale, all’implementazione dei programmi formativi di Eni.

Il ricorso alla docenza interna, oltre ad essere del tutto coerente con la storia Eni, porta con sé indubbi benefici quali il knowledge sharing, la conservazione del patrimonio di competenze Eni, l’utilizzo di un linguaggio comune e la customizzazione della formazione sui processi aziendali. Non da ultimo, rappresenta un elemento fortemente motivante e utile allo sviluppo personale e professionale dei docenti.

  • L’impegno nell’alta formazione dei giovani

In aggiunta alle attività di formazione che Eni realizza per i dipendenti, ha sempre avuto grande rilevanza nell’ambito delle attività di ECU anche la realizzazione di percorsi e collaborazioni formative in partnership con primari atenei italiani, oltre che in autonomia con il già citato Master MEDEA (Management ed Economia dell’Energia e dell’Ambiente) giunto al 61° Anno Accademico, canale privilegiato per la formazione di giovani che vengono poi inseriti, al termine della formazione, nelle strutture aziendali.

Tali percorsi, in primis Lauree Magistrali e Master di II livello, si pongono l’obiettivo di integrare le conoscenze accademiche con il know how aziendale al fine di fornire competenze per affrontare le sfide attuali e future del settore energetico. Tali iniziative, rivolte prevalentemente a laureati in discipline tecnico-scientifiche e svolte per la maggior parte in lingua inglese, prevedono, oltre alle tradizionali lezioni accademiche, laboratori, project work, seminari tenuti da professionisti Eni e stage aziendali.

Per fare alcuni esempi: il Master di 2° livello in Energy Innovation in collaborazione con il Politecnico di Milano, un percorso di studi che offre la possibilità di approfondire nell’anno di studi i seguenti ambiti: scenario e principali trend del settore energetico, sostenibilità e climate change, tecnologie oil&gas innovative (bio-fuels & green refinery, green chemistry, ecc.), energie rinnovabili (solar, wind, geothermal, hydro, ecc), specifici temi tecnologici di assoluto rilievo quali energy storage e carbon capture, tecnologie digitali a supporto dei processi industriali tipici del settore.

Inoltre a gennaio 2020 partirà la prima edizione della nuova Eni Master School in Geoscience for Energy, un percorso di 11 mesi che formerà giovani sui seguenti temi: Geofisica; Geologia e Geologia Operativa; Esplorazione per l’Energia; Politiche Energetiche, Big Data e Data Science. L’obiettivo di questo nuovo Master è formare le future persone che lavoreranno nell’Area Professionale Esplorazione.

Questi percorsi si affiancano ad altri che Eni supporta da più tempo, quali, ad esempio, il Master di 2° livello in Energy Engineering & Operations con il Politecnico di Torino, la Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica, negli indirizzi Oil & Gas e Renewables and Environmental Sustainability, con il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Petroleum Geology con l’Università di Perugia, la Laurea Magistrale in Geofisica dell’Esplorazione e Applicata.

Eni continua inoltre a identificare partner universitari con cui sottoscrivere accordi con particolare riguardo agli ambiti formativi più importanti per supportare l’attuazione delle strategie di business di Eni. Per facilitare la partecipazione di giovani meritevoli a queste iniziative, Eni eroga mediamente circa 150 borse di studio all’anno. Infine è attiva presso Bocconi una Cattedra in Energy Markets, nata con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di una cultura energetica.

 

L’impegno nelle attività di orientamento dei giovani

L’iniziativa “Think About Tomorrow” è una delle attività organizzate ogni anno sia a Roma sia a San Donato Milanese. Si tratta di giornate di orientamento dedicate agli studenti del terzo, quarto e quinto anno delle scuole superiori, compresi i familiari delle persone Eni. Nel corso di questi incontri vengono illustrate le politiche e le iniziative di Eni per le pari opportunità, i percorsi formativi tradizionali e innovativi in relazione alle reali possibilità lavorative e le professioni che in prospettiva avranno più futuro nel contesto che si va delineando. Un contesto, peraltro, che la Digital Transformation sta rapidamente sottoponendo a processi di rapida obsolescenza e nel quale è sempre più difficile orientarsi.

Ad arricchire l’evento ci sono giovani testimonial Eni con background tecnico-scientifico che raccontano le tematiche aziendali più innovative per Eni ed esperti del mondo accademico che descrivono i percorsi universitari che permettono di accedere ai ruoli di primo inserimento associati alle professioni del futuro. Infine, uno psicologo del lavoro di Eni Corporate University supporta i giovani nel capire quali sono le competenze personali e relazionali necessarie per inserirsi in un contesto lavorativo.

Si tratta di iniziative che riscuotono sempre un grande successo presso i giovani, molto apprezzate anche dai Dirigenti Scolastici delle scuole con le quali Eni collabora su Roma e Milano. Continua inoltre l’impegno di Eni Corporate University nella partnership con gli Istituti Scolastici per i Percorsi sulle Competenze Trasversali e di Orientamento (ex alternanza scuola-lavoro) rivolti agli studenti delle scuole superiori, che hanno registrato circa 8.000 adesioni nel triennio 2016-2018.

I programmi offerti in tali percorsi sono stati progettati a seguito del protocollo d’intesa siglato tra Eni e il MIUR nel 2016, con lo scopo di rafforzare il sistema duale dell’education, integrando il fondamentale e primario ruolo delle istituzioni scolastiche con la capacità dell’impresa di trasmettere conoscenze e competenze operative, nonché cultura del lavoro. L’obiettivo primario di tali percorsi è quello di orientare i giovani sulle future scelte di studio e professionali, mettendoli a contatto diretto con i professionisti che operano in azienda, e di far comprendere quali sono le competenze tecniche e personali utili per inserirsi nel mondo del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Sonia Bruganelli: "Paolo Bonolis? La passione se n'è andata"

Torna su
Today è in caricamento