Il mistero della Tari, i rifiuti diminuiscono ma la tassa aumenta

Lo strano caso messo in luce da Confcommercio: negli ultimi 7 anni l'immondizia prodotta è stata inferiore di 2 milioni di tonnellate, ma nello stesso periodo l'imposta è aumentata del 70%

Foto di repertorio

Nonostante la diminuzione dei rifiuti, negli ultimi anni la Tari ha continuato ad aumentare. Un 'mistero' svelato dalla Confcommercio, che ha lanciato il portale osservatoriotasselocali.it, dedicato alla raccolta e all’analisi di informazioni relative alla Tari. Un controsenso che trova conferma nei numeri: “La tassa pagata da cittadini e imprese – spiega Confcommercio - è sempre più alta e in continua crescita: nel 2017 è arrivata, nel complesso, a 9,3 miliardi di euro con un aumento di oltre il 70% negli ultimi sette anni, nonostante una significativa riduzione nella produzione dei rifiuti”. 

Dal primo monitoraggio dell’osservatorio “emergono alcuni dati che evidenziano come costi eccessivi e ingiustificati per cittadini e imprese derivino, in particolare, da inefficienza ed eccesso di discrezionalità di molte amministrazioni locali, da una distorta applicazione dei regolamenti e dal continuo ricorso a coefficienti tariffari massimi”. 

Schermata 2018-07-25 alle 11.34.28-2

“I dati dell’osservatorio – spiega Patrizia Di Dio, membro della giunta di Confcommercio con delega all’ambiente – sono la conferma di quanto le nostre imprese siano penalizzate da costi dei servizi pubblici che continuano a crescere in modo ingiustificato. Negli ultimi sette anni la sola Tari è cresciuta di quasi quattro miliardi”. 

“Bisogna dunque – aggiunge Di Dio – applicare con più rigore il criterio dei fabbisogni e dei costi standard nel quadro di un maggiore coordinamento tra i vari livelli di governo, ma soprattutto è sempre più urgente una profonda revisione dell’intero sistema che rispetti il principio europeo ‘chi inquina paga’ e tenga conto delle specificità di determinate attività economiche delle imprese del terziario al fine di prevedere esenzioni o agevolazioni. In due parole – conclude – meno costi e meno burocrazia per liberare le imprese dal peso delle inefficienze locali di gestione”.

Infografica #caraTARI-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 12 settembre 2019: i numeri vincenti

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 14 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 16 al 22 settembre 2019

  • Assegno unico: dopo il reddito di cittadinanza allo studio un'altra misura per chi è senza lavoro

Torna su
Today è in caricamento