I soliti noti, è on line: preso d'assalto il sito Love-Me.it

Sara Tommasi è la protagonista del suo secondo film porno, che ha come titolo "I soliti noti". E' acquistabile on line sul sito Love-Me.it ad un prezzo di quasi venti euro

Sara Tommasi

Il sito Love-Me.it è stato letteralmente preso d'assalto nelle ultime ore, da quando sono on line tre contenuti, di cui si è parlato molto nelle ultime settimane: stiamo parlando del primo film porno di Luca Tassinari, intitolato La pupa e il Nerchione, dell'altro che riguarda il disturbatore televisivo Gabriele Paolini, intitolato Un italiano vero, e infine il secondo film hard di Sara Tommasi, presentato come, nientepocodimenoche, l'evento dell'anno. 

E, dunque, la battaglia legale portata avanti da Luigi Marra, amico della showgirl umbra, non è riuscita a fermare la pubblicazione e diffusione del nuovo contenuto pornografico, di cui appunto la Tommasi è protagonista. Il film ha un costo di 19,90 e le spese di spedizione, si badi, sono gratuite; chi, invece, intenda visualizzarlo on-line, pagherà 9,90 ma solo per settantadue ore, poi il contenuto verrà bloccato. 

Marra aveva presentato una denuncia contro la casa di produzione di Federico De Vincenzo, chiedendo ben 10 milioni di danni. A nulla è servito: I soliti noti è acquistabile da oggi e la presentazione lascia intendere che si tratta di un contenuto più "naturale" rispetto al primo film porno della Tommasi. E' lo stesso De Vincenzo a sottolinearlo, asserendo che la nuova pellicola è più autentica e vera. Alla luce dei guadagni stratosferici ottenuti con il primo film Sara contro tutti, qualcuno ha pensato bene di replicare il medesimo successo di mercato. 

Pare che la Tommasi ne abbia girati di diversi prima del suo ricovero, almeno questo è ciò che lascia intendere Marra nella sua denuncia. E la Tommaseide non ha fine. 

 

 

Guarda anche

Sara Tommasi nel video contro Selvaggia Lucarelli

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dopo le polemiche sul suo intervento radiofonico nella trasmissione condotta da Selvaggia Lucarelli su M20, Sara Tommasi tranquillizza tutti con un video apparso direttamente sul profilo pubblico di Andrea Diprè: "Io sto bene" - esordisce la ex soubrette

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di franco
    franco

    ma va a caga che @#?*%$ fate schifo a lavorare barboni

  • Avatar anonimo di kekko
    kekko

    C'è Qualcuno che mi da un link decente x vedere il film? grazie

  • Avatar anonimo di giuli
    giuli

    non funziona cara giorgia,arripigliate!!!!!!!!!!!!!!

  • Avatar anonimo di Giggetto Celletti
    Giggetto Celletti

    Una ragazza molto bella che di secondo mestiere fa la pornostar amatoriale, ha definito questa sventurata in tutti i sensi, una vera ammosciacazzi. Questo prima che malauguratamente vidi il "film" della tommasi, difatti dopo mentre visionavo le "capacita'" amatorie di questa mentecatta volevo chiamare Amnesty International, non tanto per lei ma per salvare il pubblico da questa stronzata filmica colossale -.-

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    ma funzia?

  • Avatar anonimo di adriano
    adriano

    qualcuno mi potrebbe dare il link per vederlo?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rigopiano, si continua a scavare alla ricerca di superstiti

  • Cronaca

    Rigopiano, i sopravvissuti: "Ci siamo salvati mangiando neve e ghiaccio"

  • Cronaca

    Strage di giovani sulla A4, un camionista: "Ho cercato di avvisare l'autista, c'era fumo"

  • Mondo

    Marcia delle donne, centinaia di migliaia in piazza contro Trump

I più letti della settimana

  • "Sesso in cambio di un panino", le proposte indecenti sull'Isola dei Famosi

  • Barbara D'Urso cliente dell'hotel Rigopiano: "Era il mio nido"

  • Maddalena Corvaglia si separa da Stef Burns: "Non ci capiamo più"

  • Stefano Bettarini, pace fatta con Simona Ventura: "Le auguro il meglio"

  • Rose rosse per Francesco Totti: è Maradona

  • De Filippi-Costanzo, fu Max Pezzali a scoprire tutto

Torna su
Today è in caricamento