Ambra Lombardo aspetta Kikò, l'appello a Tina: "Sono una ragazza perbene, può stare serena"

Il feeling nato nella Casa del Grande Fratello ha tutte le carte in regola per trasformarsi in un grande amore. La professoressa tranquillizza l'ex moglie dell'hairtylist preoccupata per la reazione del figlio

Ambra Lombardo

"Quando sono uscita dalla Casa ho messo in gioco tutta me stessa, lasciando un compagno che mi trattava da regina e una casa meravigliosa". Ambra Lombardo ci crede che il feeling con Kikò Nalli, nato al Grande Fratello, possa trasformarsi in qualcosa di ancora più bello dopo il reality. 

La professoressa non è spaventata dalla reazione del figlio di Kikò, che ha lanciato accuse pesanti contro di lei dopo aver visto il bacio con il papà: "Credo che sia una reazione normale - ha spiegato in un'intervista a Nuovo Tv - Ho già avuto compagni che avevano figli nati da precedenti relazioni, non sono nuova a questo tipo di dinamiche. E' comprensibile l'attaccamento al padre, Francesco è spinto da un senso di protezione. Sono tranquilla, il tempo mi darà ragione".

Dalla sua parte il fratello di Kikò e sua nipote: "Mi hanno scritto che fanno il tifo per me. Sono stai carini e mi hanno detto che ci vediamo presto". Infine l'appello a Tina: "Mi piace. Vorrei dirle che la stimo e che può stare serena perché sono una ragazza perbene. Inoltre, non sono una donna di spettacolo, il mio mestiere è quello di professoressa. Se avessi recitato così bene, sarei stata un'attrice di Hollywood. Poi gli occhi non mentono e la mia commozione l'hanno vista tutti gli italiani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento