Pino Insegno vittima di una truffa: rubati 75mila euro

L'attore ha portato in tribunale il proprietario di una concessionaria auto fuggito dopo la vendita di un suv

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. L'ha capito a sue spese, è proprio il caso di dirlo, Pino Insegno che ha portato in tribunale il proprietario di una concessionaria auto di Roma dopo una truffa ai suoi danni.

Nel 2009 Insegno ha acquistato in un autosalone di fiducia, di proprietà di Paolo Corridore, un suv da 75 mila euro. 50 mila euro l'attore li ha pagati in contanti, per gli altri 25 mila ha dato in permuta la sua auto (una Mercedes), ma quando è arrivato il momento di andare a ritirare il tanto desiderato suv ha trovato la concessionaria chiusa e il signor Corridore (mai cognome fu più azzeccato, ndr) irraggiungibile.

Immediatamente è scattata la denuncia, ma solo adesso il giudice del Tribunale di Roma, come richiesto dal pm, ha condannato il proprietario dell'autosalone "fantasma" a un anno di reclusione e a un risarcimento di 90 mila euro. Il legale del signor Corridore, però, promette battaglia: "Il mio assistito è stato costretto a chiudere l'attività perché vittima di usura - ha detto subito dopo la sentenza, come fa sapere Il Mattino - Ricorreremo in appello".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Busta paga più ricca da luglio: cambia anche il bonus Renzi, gli 80 euro diventano 100

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 16 Gennaio 2020

Torna su
Today è in caricamento