Briatore, insulti social al figlio Nathan Falco: arriva la replica al vetriolo

L'imprenditore ha risposto a tono ai folllower che hanno preso di mira la forma fisica del figlio con lui in vacanza in Kenya

Flavio Briatore con il figlio Nathan Falco (Instagram)

Tra gli auguri per il nuovo anno, i complimenti per la sua attività di imprenditore di successo e i commenti per la location da sogno scelta per trascorrere le vacanze di fine anno, Flavio Briatore si è ritrovato anche a leggere parole cattive nei confronti del piccolo Nathan Falco, il figlio avuto dalla ex moglie Elisabeta Gregoraci nove anni fa, con lui in Kenya nel Billionaire Resort di Malindi.

Le foto del bambino che sorride felice accanto al suo papà o che si tuffa in mare spensierato, sono state postate da Briatore sul suo profilo Instagram, riscuotendo svariati commenti alcuni dei quali particolarmente offensivi.

In particolare, uno scatto di Nathan Falco mentre prende lezioni di surf in compagnia di due istruttori di colore, impegnati a tenere in equilibrio la tavola, ha suscitato la reazione di chi ha pensato bene di puntare sulla forma fisica del bambino definito “ciccione”, “un grassone che deve perdere peso” e aggiungendo anche il ‘suggerimento’ “magari un po’ di movimento a sto ragazzino piuttosto che i poveri tutto fare schiavizzati no eh?”.

Gregoraci e Briatore di nuovo insieme per Natale: "Per Falco siamo ancora una famiglia"

Briatore risponde a chi insulta il figlio: “Poveretti”

Davanti a insulti così pesanti e decisamente irrispettosi verso un bambino, Briatore non ha potuto fare a meno di replicare.

“I commenti stupidi sui bambini sono fatti da sfigati rancorosi e gelosi che non sono stati capaci di crearsi un lavoro. Poveretti”, ha scritto l’imprenditore che così ha suscitato il plauso dei follower che in quelle parole hanno riscontrato un’invidia e una cattiveria tale da non avere alcun tipo di giustificazione.

Leggi tutte le notizie di Gossip

Guarda anche

Briatore a L'Aria che tira: serve una dittatura a termine

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Italia nessuno prende decisioni, e servirebbe "una dittatura a termine", come in America, dove Obama comanda e può essere confermato una volta sola, e il potere legislativo ha pochi margini di intervento sui provvedimenti del governo di Washington

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Sarebbe da insultare solo per il nome che gli ha dato.

Notizie di oggi

  • Economia

    Ritoccato il fondo, i soldi per il reddito di cittadinanza sono sempre meno

  • Economia

    Franco africano e migranti, quello che i 5 Stelle non dicono

  • Economia

    Per l'Fmi l'Italia è una zavorra per la crescita economica, Salvini non la prende benissimo

  • Meteo

    Neve anche in pianura e temporali: diramata l'allerta meteo

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 20 al 27 gennaio 2019

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 15 gennaio 2019

  • Fabrizio Corona: "Gli psichiatri mi dissero che Carlos non è un bambino come tutti, andai da Belen"

  • Benzina e diesel, ci sono brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 17 gennaio 2019

Torna su
Today è in caricamento