Gabriel Garko gay e ‘rifatto’? L’attore racconta tutta la verità

Le chiacchiere sulla sua sessualità e i presunti ritocchi estetici che gli sono stati attribuiti tempo fa sono stati alcuni dei temi affrontati dall’attore in un’intervista a ‘Gay.it’

Gabriel Garko

È tra gli attori più belli in circolazione nel mondo dello spettacolo italiano Gabriel Garko, protagonista negli anni di numerose fiction molto apprezzate dal pubblico e scelto da Carlo Conti come presenza fissa al Festival di Sanremo 2016.

Al sito Gay.it Garko ha rilasciato una lunga intervista che ha affrontato diversi temi, da quello della chirurgia estetica alle indiscrezioni sulla sua presunta omosessualità.

“Quella fu l’unica volta dove mi piegarono davvero le gambe”

Ripercorrendo l’esperienza sanremese, Garko ha confidato quanto abbia sofferto per gli attacchi ricevuti in merito alle battute sui presunti ritocchi estetici al viso: “Quella fu l’unica volta dove mi piegarono davvero le gambe. Fino ad allora, venivo attaccato su tutto, ma mai sull’aspetto esteriore. Era una cosa, forse l’unica, su cui ho sempre pensato di essere inattaccabile” ha detto Garko che è riuscito a superare quel momento grazie a degli amici che lo portarono in barca via da tutto e tutti, cellulare compreso. “Oggi ci rido, ma non è stato facile” - ha ammesso ancora – “Ad una mia foto, vicino al camino, mi scrissero: ‘Allontanati dal fuoco che rischi di squagliarti!’”.

“È un altro cliché che vuole che tutti gli attori più belli siano gay”

Interrogato sulle voci riguardanti la sua sessualità, Garko ha risposto: “È un altro cliché che vuole che tutti gli attori più belli siano gay, così come che tutte le belle donne siano delle potenziali mignotte”.

“Mi infastidisce, però, quando un omosessuale si diverte a puntare il dito, verso un altro individuo, tacciandolo a tutti i costi di essere gay, come se poi fosse una cosa brutta” - ha precisato ancora - “Se una persona è risolta, e vive bene la propria sessualità, non avrà mai tutta questa voglia di dispensare etichette qua e là”.

Per lui il rammarico su quanto accaduto sul palco del Festival di Sanremo: “Mi dispiace, ad esempio, quando a Sanremo venne strumentalizzata la mia affermazione sulle unioni civili. Io mi limitai a dire che due individui, di qualsiasi natura, dovevano e potevano fare quello che meglio credevano, a patto che fossero entrambi consenzienti, ma anche in quel caso venne vista una certa, ed inesistente, chiusura da parte mia”.

Guarda anche

Festival Sanremo, Garko: "Non imparerò mai a fare il conduttore, parentesi chiusa"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"E' una parentesi che chiuderò subito dopo la fine di Sanremo". Così Gabriel Garko alla conferenza stampa del Festival, rispondendo a chi gli chiedeva se dopo l'esperienza sanremese potrà fare altre esperienze da conduttore

Potrebbe interessarti

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Quando lo zenzero fa male

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di sabato 15 giugno 2019

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 17 al 23 giugno 2019

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 18 giugno 2019

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 giugno 2019

  • Bollo auto, con la pace fiscale c’è il condono (e vale per 10 anni)

Torna su
Today è in caricamento