Laura Pausini: "Troppi sensi di colpa. Ho pianto tutte le lacrime per mia figlia"

La cantante racconta la difficoltà di conciliare lavoro e vita privata: "Ho accettato di lavorare fino a tardi e non mi sono svegliata in tempo per andare alla sua recita"

Laura Pausini, 45 anni

"Oggi voglio raccontarvi una cosa un po’ personale che spesso non viene presa in considerazione per chi fa un lavoro come il mio perché si pensa sempre che tutto sia sempre facile e semplice per noi cantanti". Comincia così il lungo post condiviso nel pomeriggio di ieri da Laura Pausini su Instagram, dove racconta le difficoltà che ogni mamma lavoratrice si trova a dover affrontare per riuscire a conciliare carriera e vita privata. Occasione dello sfogo, la recita della figlia Paola, che ha disertato perché, a causa della stanchezza, non ha sentito la sveglia. Un episodio che l'ha le ha fatto vivere male l'intera giornata. 

Laura Pausini diserta la recita della figlia

"Stamattina c’era la recita della mia Paola a scuola... - racconta Laura, diventata mamma cinque anni fa grazie al compagno Paolo Carta - in questi giorni di prove senza fine, sono riuscita ad accompagnarla alla recita di danza e all’incontro serale con tutte le classi, ma stamattina non sono riuscita a svegliarmi in tempo. Per me è stato un colpo al cuore e so che anche per lei è stato difficile non avere la sua mamma con sé". 

Quindi spiega le difficoltà vissute in questi mesi di intenso lavoro, dovuto all'organizzazione del tour con Biagio Antonacci, che a partire da fine giugno la porterà in giro per l'Italia. "Da una decina di giorni vado a letto dopo le 3 di notte e ieri sera abbiamo finito più tardi del solito le nostre prove, così mi sono addormentata alle 5.30. Le avevo anticipato che forse non ce l’avrei fatta stamattina, ma avevo comunque messo la sveglia per provarci perché ci tenevo tanto... Per mezz’ora di ritardo non ci sono riuscita. Mi sono sentita molto in colpa, perché anche se per fortuna lei sa che la mia priorità è essere la sua mamma, oggi ho commesso un errore accettando di lavorare fino a così tardi ieri notte". 

E ancora. "Questo mio bel mestiere è anche molto complicato, per me e per lei.  So che tante persone per lavoro non possono essere presenti a questi eventi dei nostri figli. In questi casi potrete capire come mi sono sentita stamattina, piangendo tutte le lacrime... Vorrei ringraziare pubblicamente la mia mamma, perché mi aiuta tutte le volte che abbiamo bisogno.  E avere la presenza di un genitore, anche in questo, caso è una benedizione.  Nella prima foto vedete Paola abbracciata alla sua nonna adorata.  Grazie anche a Biagio che stamattina mi ha scritto cose bellissime e mi ha aiutata a sentirmi più serena". 

Oggi voglio raccontarvi una cosa un po’ personale che spesso non viene presa in considerazione per chi fa un lavoro come il mio perché si pensa sempre che tutto sia sempre facile e semplice per noi cantanti. Stamattina c’era la recita della mia Paola a scuola... in questi giorni di prove senza fine, sono riuscita ad accompagnarla alla recita di danza e all’incontro serale con tutte le classi, ma stamattina non sono riuscita a svegliarmi in tempo. Per me è stato un colpo al cuore e so che anche per lei è stato difficile non avere la sua mamma con sé. Da una decina di giorni vado a letto dopo le 3 di notte e ieri sera abbiamo finito più tardi del solito le nostre prove, così mi sono addormentata alle 5.30. Le avevo anticipato che forse non ce l’avrei fatta stamattina, ma avevo comunque messo la sveglia per provarci perché ci tenevo tanto... Per mezz’ora di ritardo non ci sono riuscita. Mi sono sentita molto in colpa, perché anche se per fortuna lei sa che la mia priorità è essere la sua mamma, oggi ho commesso un errore accettando di lavorare fino a così tardi ieri notte. Questo mio bel mestiere è anche molto complicato, per me e per lei. So che tante persone per lavoro non possono essere presenti a questi eventi dei nostri figli. In questi casi potrete capire come mi sono sentita stamattina, piangendo tutte le lacrime... Vorrei ringraziare pubblicamente la mia mamma, perché mi aiuta tutte le volte che abbiamo bisogno. E avere la presenza di un genitore, anche in questo, caso è una benedizione. Nella prima foto vedete Paola abbracciata alla sua nonna adorata. E poi vorrei ringraziare le mamme dei compagni di classe di Paola che mi hanno mandato foto e video. Paola è in una classe di 14 bambini stupendi. Grazie Manuela, Anita, Chiara e Claudia 🌷 Grazie anche a @biagioantonacci che stamattina mi ha scritto cose bellissime e mi ha aiutata a sentirmi più serena. Sto andando alle prove con lui ora, stasera facciamo la prova generale. E stasera Paola la porto alle prove con me. ❤️

Un post condiviso da Laura Pausini Official (@laurapausini) in data:

Guarda anche

Laura Pausini per la prima volta in concerto a Cuba davanti a 250mila persone

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • Bere acqua e limone al mattino appena svegli fa bene?

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Via alla svendita anti-deficit: lo Stato mette in vendita i suoi tesori

  • Aria condizionata, qual è la temperatura ideale (secondo i medici) per evitare brutte sorprese

I più letti della settimana

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 16 luglio 2019

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di giovedì 18 luglio 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Esce a nuotare nel lago e scompare, dopo più di due giorni ricompare sano e salvo: dov'era stato

  • Calendario MotoGp 2019 | Data e orario di tutte le gare: dove vedere diretta e differita (Sky e Tv8)

Torna su
Today è in caricamento