Tiziano Ferro: "Un figlio è la cosa a cui penso di più"

Il cantante ha raccontato il suo desiderio di paternità in una lunga intervista a Sky Tg24

Tiziano Ferro (Instagram)

Tiziano Ferro torna sul desiderio di paternità che oggi, alla luce dell’amore con Victor Allen suggellato dalla recente unione civile, si è fatto più forte.  

“Io non ho un figlio per quanto io lo sogni, forse in questo momento è la cosa alla quale penso di più nella vita”, ha confidato il cantante in una lunga intervista rilasciata a Sky Tg24, a poche ore dalla sua partecipazione alla semifinale di 'X Factor', in onda questa sera: “Però tutti quanti, quelli che hanno dei figli, mi raccontano che non puoi neanche avvicinarti a capire cosa possa essere. Quindi io mi apro a questo dono e a questo ennesimo miracolo che sarà scritto da chi di dovere. Io potrò soltanto essere accogliente, desiderare e anche pregare senza negoziare. Direi: se vuoi sto qua”.

Intanto, la carriera di Tiziano Ferro procede a gonfie vele e il suo 'TZN 2020', il nuovo tour negli stadi italiani, si arricchisce di nuove date: i concerti allo Stadio San Siro di Milano diventano tre con l’aggiunta di lunedì 8 giugno 2020, mentre raddoppia lo show allo Stadio Olimpico di Roma con l’inserimento in calendario di una replica giovedì 16 luglio 2020.

Tiziano Ferro sul bullismo: “In tanti mi hanno chiesto scusa”  

Nell'intervista con SkyTg24, Tiziano è anche tornato sul tema del bullismo: “Recentemente ho parlato della pesantezza di alcune parole, rimarcando il fatto che le parole hanno peso”, ha detto riferendosi al monologo recitato nel programma di Rai2 ‘Che tempo che fa’:”Tante parole hanno peso, tutte le parole hanno peso anche la parola scusa, potevo fare meglio, potevo essere migliore. Rimarchiamo anche il fatto di tornare indietro quando si è in grado di capire di aver sbagliato, credo che il recupero e la risalita facciano più rumore del danno”.

Il cantante ha poi ricordato l’importanza di comprendere i propri errori e di saper chiedere scusa alle persone che sono state ferite: “Ho tantissimi amici con i quali ho iniziato con il piede sbagliato e probabilmente da piccoli erano anche dei bulli con me, ma quando si sono fermati mi hanno detto ‘tu sei una bella persona, mi piaci’ e mi hanno chiesto scusa. Ma non scusa buttando per aria una parola della quale ormai abusiamo, ma dicendo ‘sarò migliore’ allora anche quello ha un peso”.

“L’empatia si recupera, io non parlo soltanto del cercare delle regole contro i bulli, parlo anche del bisogno di educare chi si trova involontariamente a sbagliare”, ha aggiunto: “Bisogna sbagliare, ma anche tornare indietro, fermarsi e prendere le proprie responsabilità. Anche questo è un atto di grande generosità ed empatia. Altrimenti è meglio stare zitti”.

“Il problema – ha poi spiegato Tiziano Ferro parlando della sua esperienza personale con il bullismo – è che noi non capiamo di vivere nel disagio e di vivere rapporti di abuso mentale e verbale, perché poi pensiamo che queste persone abbiano ragione. Se sono un ragazzo molto giovane, fragile e vulnerabile e tu mi dici una parola molto brutta e sconfortante, io ti credo. Più lasci entrare queste energie negative, più tu caschi in quella che può anche essere depressione. Quando vivi in una realtà molto semplice come la mia, in una realtà di provincia, non sai nemmeno cosa è la depressione e quindi la prendi nell’unica maniera in cui sai vivere e l’abbracci e pensi che sia normale. Poi esci nel mondo e ti dicono che c’è anche l’opzione di essere felice. Quando scopri questa possibilità non ti fermi più. Eccomi qua”.

ROMA RADDOPPIA, MILANO TRIPLICA!!!!!!!!!! 8/6 nuova data a Milano 16/7 nuova data a Roma a presto i dettagli — MA QUANTO VI VOGLIO BENEEEEEEEEEEEEEEE ❤️💙💜❤️💙💜❤️💙💚 #accettomiracoli #aceptomilagros

Un post condiviso da Tiziano Ferro (@tizianoferro) in data:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Storie Italiane, Luca Argentero a Eleonora Daniele: “Non sapevo fossi incinta”

Torna su
Today è in caricamento