Più capsule che caffè macinato: "Inquinano troppo, riciclarle non basta"

A lanciare l'allarme la rivista specializzata The Grocer. Per trasformare l'alluminio in metallo e dare vita al contenitore serve tanta energia. Inoltre, solo il 5% delle capsule vengono riciclate; il resto finisce in discarica

Il caffè in capsule è alla moda, ma sta provocando un danno enorme al pianeta: le vendite in Gran Bretagna sono in crescita e i ricavi sono aumentati del 30 per cento in un solo anno, con oltre 500 milioni di unità vendute nel 2015; il 'pedaggio' che paga l'ambiente è troppo alto e riciclarle non basta. Le capsule, realizzate in plastica e in alluminio, possono richiedere fino a 500 anni per essere smaltite e a riciclarle sono in pochi.

A lanciare l'allarme inquinamento è la rivista specializzata The Grocer, proprio dalla Gran Bretagna: il caffè solubile e quello macinato hanno perso il loro primato, tra pochi mesi gli inglesi consumeranno più caffè in capsule e cialde; il sorpasso è vicino. Consumata la bevanda, cosa fare del contenitore? Si può riciclare, insistono le aziende produttrici. Vero, ma gli esperti del settore stimano 15 miliardi di cialde vendute a livello globale - abbastanza per fare il giro del mondo 15 volte - e la stragrande maggioranza di queste non viene riciclata: solo il 5 per cento verrebbe riutilizzato, il restante alluminio e plastica finirebbe in discarica. 

Se questo non bastasse, per trasformare l'alluminio in metallo servono fabbriche e tanta energia. Il costo energetico, che paga l'ambiente, è quindi troppo alto. Secondo quanto scrive il Daily mail, anche l'ex capo di Nespresso Jean - Paul Gaillard  avrebbe messo in guardia dalle capsule definite un 'disastro' ambientale. La città di Amburgo, ne ha preso coscienza prima di altre e così già a gennaio 2016 ha vietato una lista di prodotti inquinanti dagli edifici dell’amministrazione comunale. Tra questi ci sono le capsule del caffè.

Per evitare il peggio, molti marchi stanno correndo ai ripari, come Nespresso, puntando sulle cialde al 100% "sostenibili": l'azienda promette che saranno introdotte entro il 2020. Ma c'è chi l'ha già fatto, come Coop, che proprio oggi ha lanciato le cialde biodegradabili che possono essere gettate nella raccolta differenziata dell'organico e diventare compost. Chi tardi arriva, male alloggia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Parlano di inquinamento dovuto alla plastica ma recenti studi hanno dimostrato che la capsula con le alte temperature rilascia delle sostanze chimiche che molto probabilmente fannò qualcosa di diverso da quello di tirati su solo la pressione e il morale ,pesonalmente compero a 12 euri arabica al 100% della marca PXXXXXi e lo macino al momento con macchina La PXXXXXI e mi viene come quello del bar che assurdità tutti amanti del buon caffè presunti che non sanno farsi più ormai un buon caffè o non hanno la voglia e mediante la scusa che vanno di fretta non si fannò più nulla da mangiare ecc che bello il progresso se si può chiamare così!

  • Chiamasi progresso! 10 anni fa non c'erano i piatti pronti preconfezionati, l'insalata già lavata in busta, la frutta già sbucciata in barattolo.... 15 anni fa non c'erano neppure i salumi e la carne preconfenzionata, 50 anni fa si beveva l'acqua del rubinetto... Allora è tutto un disastro ambientale ed in effetti non ricordo che da piccolina si produceva così tanta immondizia..... Vabbè, vado a farmi un nespresso in tazzina e cucchiaino di plastica con panna monodose....

  • Hanno sfracellato i ϲоgliοni per decenni con la storia dei sacchetti di plastica "della spesa", elevati ad oggetti del demonio da bandire "senza se e senza ma", usati da generazioni per raccogliere i rifiuti e che però, una volta finiti in discarica (secondo racconti horror di illustri esperti del "Sole che ride";) vi rimanevano per "millemilamilioni" di anni, cagionando al pianeta ogni sorta di male e patimento. Sono così arrivati a rifilarci sacchetti fatti (da li un pò;) con spеrma di gamberetto e spùto di lama. Simpatici shopper-bio che hanno però il curioso difetto che praticamente si sciolgono anche se ci starnuti sopra, rovesciando allegramente la tua spesa per strada (che dovrai ricomprare, quindi il "risparmio energetico" ed "ambientale" del sacchetto-bio non solo viene vanifìcato, ma risulta essere enormemente in passivо). Di contro, però, nel frattempo si è promosso l'uso delle “moderne” macchinette del caffè a capsule (al posto della demodè caffettiera moka) - perchè fa moda e fìco e le pubblicizza George Clooney (che, in perfetta coerenza, s'è poi prestato a campagne “Green” come quella di "Save the Artic" di Greenpeacе) - macchinette e capsule che, come dice l'articolo, sono l'anticristo del "bio" e dell'ecologically friendly. Però per il popolino inebetito da decenni di lavaggi di cervello (tramite TV e media allineati) la coerenza è un aspetto astratto ed impalpabile; come lo zucchero. Viene quindi spontaneo concludere, pensando a che cosa ci si può aspettare in fondo da questa società di capre, con una profetica citazione: "what else?".

    • Ahahah ben detto... Odiosi quei sacchetti veramente, si bucano solo guardandoli :-D in più li paghiamo, che poi la maggior parte è inutilizzabile perché come hai detto si rompono subito. Che schifo!

Notizie di oggi

  • Economia

    Una beffa per le mamme: addio al bonus baby sitter per il 2019

  • Scuola

    L'idea di Salvini sul grembiule obbligatorio a scuola che mette (quasi) tutti d'accordo

  • Cronaca

    E45 interrotta per rischio crollo, Anas: "Cantieri avviati, ecco gli itinerari alternativi"

  • Politica

    Battisti, il trofeo esibito: esposto della camera penale contro il ministro Bonafede

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 14 al 20 gennaio 2019

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 15 gennaio 2019

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 10 gennaio 2019

  • Benzina e diesel, ci sono brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di sabato 12 gennaio 2019

  • Fabrizio Corona: "Gli psichiatri mi dissero che Carlos non è un bambino come tutti, andai da Belen"

Torna su
Today è in caricamento