Cicloturismo: viaggiare pedalando

E’ tra i modelli di turismo più in evoluzione in tutto il mondo. Amanti della natura e della sostenibilità ne fanno uno stile di vita, mentre le strutture ricettive diventano “bike-hotel”

La bicicletta è senza dubbio il mezzo ecologico per eccellenza, oltre ad essere il più amato al mondo. Negli ultimi anni, anche nei paesi che l'avevano "accantonata", è tornata in auge nella vita di tutti i giorni. In Olanda e Danimarca, ad esempio, i cittadini usano la due ruote a pedali per oltre il 20% dei loro spostamenti annuali.

Oltre a diventare dunque un vero mezzo di trasporto, da qualche lustro ha preso piede  il cosiddetto "cicloturismo", che permette ai viaggiatori di organizzare i loro itinerari senza staccarsi dalla amata bici.
Nato come un modello rivolto ad una particolare nicchia, oggi il cicloturismo ha subito un incremento esponenziale che ha portato ad uno sviluppo in tutto il mondo di itinerari e servizi mirati appositamente al viaggiatore che pedala. In Europa ci sono parecchie associazioni, che propongono diversi itinerari, con diversi gradi di difficoltà e tematiche, di cui la più grande è l'European Cyclist's Federation.

Il giro di amatori che viaggiano pedalando è cresciuto talmente tanto da portare amministrazioni e privati a strutturare parte del loro business su questo modello turistico. Svizzera, Germania, Austria, Olanda, Francia sono i primi paesi europei in questo settore. Queste nazioni hanno dato molta importanza allo sviluppo delle ciclovie strutturandole in maniera separata dalle tradizionali strade per mezzi motorizzati, praticamente a misura di ciclista.
Tutti i percorsi contengono particolarità sia dal punto di vista fisico, ovvero l'impegno che un cicloturista deve affrontare, sia dal punto di vista culturale-paesaggistico. Lungo queste ciclovie attrezzate sono presenti vari checkpoint con fontane e punti di riparazione.

Il cicloturismo si è ritagliato una fetta importante di attenzioni anche in campo della ricezione turistica, diventando importantissimo per parecchie realtà socio-economiche a livello mondiale. Molti alberghi, B&B e agriturismi sono diventati dei veri “bike-hotel” attrezzandosi con tutti i servizi mirati al cicloturista, in primis un’officina per l’assistenza tecnica sul mezzo.

In Italia dalla Sicilia allo Stelvio, dall’Abruzzo al Piemonte, sono sempre di più gli itinerari strutturati per il cicloturismo con una crescente gamma di servizi. Quasi tutti i tracciaiti prevedono un mix di pedalata e trasporto in treno per gli spostamenti più lunghi in perfetta sintonia con l’importanza del rispetto ambientale, e anche perché in questo modo è percorribile praticamente tutta la penisola.

Potrebbe interessarti

  • Uova, quante possiamo mangiarne (e occhio a come le cucinate)

  • Bere acqua e limone al mattino appena svegli fa bene?

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Via alla svendita anti-deficit: lo Stato mette in vendita i suoi tesori

I più letti della settimana

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 9 luglio 2019

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Eros Ramazzotti e Marica Pellegrinelli: ecco perché si sono lasciati

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Fine delle speranze: trovato morto Stefano Marinoni, il ragazzo scomparso dal 4 luglio

  • Caterina Balivo felice al battesimo di Cora: grande l’intesa con la figlia del marito

Torna su
Today è in caricamento