Mobilità elettrica, a Lampedusa la colonnina di ricarica più a Sud d'Italia

La colonnina è stata collocata vicino al Faro di Capo Grecale e può ricaricare due veicoli contemporaneamente. Il 'pieno' è gratis

Turisti e isolani adesso potranno utilizzare veicoli elettrici per circare a Lampedusa. Nell'isola, più a Sud d'Italia infatti, qualche giorno prima di Ferragosto è stata installata la prima colonnina per ricaricare. E' alimentata da un sistema di pannelli fotovoltaici e si trova nei pressi del Faro.  L'iniziativa è frutto della collaborazione tra il Comune ed Enea, l'agenzia per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile che a Lampedusa gestisce l'osservatorio climatico.

"Questa amministrazione - dichiara Giusi Nicolini, Sindaco di Lampedusa e Linosa – ha sempre dimostrato sensibilità nei confronti di iniziative, come questa dell’Enea, che conducono a risultati concreti; installare ed avviare la prima colonnina di ricarica significa segnare una traiettoria che ci porterà ad un sistema di mobilità sempre più rispettosa dell’ambiente, e l’incremento di infrastrutture di ricarica e di veicoli elettrici nelle Isole di Lampedusa e Linosa sarà un obiettivo prioritario nei prossimi progetti congiunti con l’Enea, con il coinvolgimento dell’Area Marina Protetta”.

COME FUNIZONA LA RICARICA. La colonnina elettrica permette la simultanea ricarica di due veicoli, dopo aver identificato l’utente con una scheda elettronica, attraverso due prese di tipo 3A; fornisce, alla tensione di 220Vac, una corrente massima di 16 A; il processo di rifornimento, in questa prima fase, è gratis per i cittadini e turisti, le schede per l’identificazione saranno consegnate ai proprietari e ai gestori di tali mezzi di comune accordo con l’amministrazione locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Concorsi pubblici: in arrivo 450mila assunzioni (anche per diplomati)

Torna su
Today è in caricamento