Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La capitale europea che ha dichiarato guerra alle auto: in centro solo gli abitanti

Esultano i ciclisti per la svolta green, preoccupati negozianti

 

Auto bandite dal centro. La città di Oslo sta portando avanti da tempo una dura battaglia per pedonalizzare la capitale della Norvegia. Ha già messo appunto alcune misure in questo senso, eliminando centinaia di parcheggi, trasformando alcune strade in passerelle pedonali, aumentando i pedaggi automobilistici e creando piste ciclabili e portabiciclette.

Gia adesso, in un'area di quasi due km, dove vivono circa 5.500 persone e 120mila sono quelle che ci lavorano, in giro si vedono solo taxi, veicoli per disabili e d'emergenza e pochissimi automobilisti smarriti. Obiettivo, spiega Hanna Elise Marcussen, vicesindaco per lo Sviluppo urbano, eliminare la maggior parte delle auto private entro il 2020.

"L'obiettivo è restituire la città agli abitanti, dare priorità ai pedoni, ai ciclisti e incentivare l'uso dei trasporti pubblici". "I bambini devono poter giocare sicuri per le strade, gli anziani hanno bisogno di panchine per sedersi", mentre le auto, spiega, sono ingombranti e il traffico in centro leva spazio ad altre cose.

Designata Capitale verde d'Europa per il 2019 dalla Commissione Ue, Oslo sta accelerando la svolta green gia iniziata in altre grandi città come Parigi, Bruxelles, Helsinki, mirando a ridurre le emissioni di anidride carbonica e a migliorare la vita degli abitanti. Più della metà dei residenti si è detta favorevole, i ciclisti sono entusiasti, ma molti negozianti temono che in inverno, con temperature polari, se non si potenzia il trasporto pubblico la gente non sia incentivata a spostarsi verso il centro. Per alcuni, anzi, la guerra alle auto è dannosa:

"La cosa più tragica è che così si attacca la libertà delle persone e il loro portafogli - sostiene un abitante - non si può guidare dove si vuole e ci sono tasse e pedaggi urbani maggiori". "Temiamo che il centro di Oslo morirà. Sfido i ciclisti a venire in inverno, con -20 gradi, a fare giochi di strada e danze in centro con la neve fino alle ginocchia".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento