Dal Covid Detector all’armadietto refrigerato per le pause pranzo fino al giocattolo senza onde e schermi: 3 oggetti utili e innovativi ai tempi del Coronavirus

Nella fase di graduale e lenta ripresa, le abitudini e le esigenze sono radicalmente mutate. Ecco dunque tre oggetti utili e innovativi che possono far fronte alle sopraggiunte necessità: un locker ideato per il pranzo comodo e sicuro dei lavoratori, il dispositivo interattivo ma non digitale per i bimbi provenienti dalla quarantena, una speciale colonnina che misura la febbre e igienizza mani e piedi

La vita lentamente riprende ma l'emergenza Coronavirus ha modificato a lungo termine abitudini e necessità: ecco tre oggetti utili e innovativi adatti alle esigenze di questo periodo, a cominciare dalla fase 2.

Dato che mense e bar non potranno più essere presi d’assalto in pausa pranzo dai lavoratori, ecco un'opportunità per gli uffici: Delò è un locker, ovvero un armadietto, che permette di scegliere il piatto che più preferisce, trovandolo in poco tempo nello scomparto assegnatogli. Lo scomparto refrigerato permette dunque di ricevere il proprio pranzo alla giusta temperatura, deviando dal concetto di assembramento, non entrando in contatto con rider o fattorini e senza scambio di contanti. Da app o desktop è possibile scegliere tra i 10 pasti offerti settimanalmente, confezionati in ATP e consegnati all’utente all’interno di uno dei 48 scomparti del locker.

“Con Delò intendiamo rivoluzionare il concetto stesso di pausa pranzo con un servizio agile, innovativo e sicuro puntando anche sull’emozione. - spiega Giuseppe Castronovo, CEO e founder di Streeteat - Delò permette di offrire ai dipendenti una pausa pranzo qualitativa con un alto valore in termini di innovazione e socialità. Insieme al locker abbiamo sviluppato un’area Delò realizzando un ambiente confortevole e accogliente per gustare insieme il piatto ricevuto”.

delò-2
Delò

Una ricerca statunitense segnalata da Axios ha svelato un lato nascosto dell’isolamento a cui sono stati sottoposti i bambini: il tempo trascorso sui digital device (tv, smartphone e tablet) è notevolmente aumentato: si stima che consumino il 50% in più del loro tempo davanti a uno schermo rispetto all’inizio dell’isolamento. Spingere all’interazione e stimolare la fantasia senza onde e schermi è possibile attraverso "Lunii - La fabbrica delle storie”, un giocattolo raccontastorie senza che permette ai bambini di comporre diverse trame scegliendo il personaggio, l’ambientazione e gli altri elementi caratteristici delle fiabe. Attraverso il Luniistore, i genitori possono scaricare nuove storie e nuovi personaggi così da arricchire le storie dei loro bambini che daranno libero sfogo alla fantasia attraverso un gioco senza schermo. 

“Lunii rappresenta una soluzione pratica per dare la possibilità ai bambini di utilizzare uno strumento che incentivi la loro creatività - spiega Lorenzo Asuni, Marketing Manager di Lunii - evitando l’utilizzo di device digitali mentre per i genitori che sono impegnati e che stanno vedendo la loro vita rivoluzionarsi, di sapere che i loro figli stanno impiegando il loro tempo in un’attività non dannosa e che potranno ricordare quando tutto questo sarà finito”.

 Lunii_5521-2
Lunii


Se il rilevamento della temperatura corporea e l’igienizzazione e sanificazione sono le armi per contrastare il “nemico invisibile", la start up veneta Sunrise - fondata da un gruppo di imprenditori che hanno unito le loro competenze nel mondo del digitale, dell’artigianato e del management -hanno lanciato “Spray For Life”, il primo dispositivo brevettato che unisce un termoscanner per la misurazione della febbre a due apparati evoluti di disinfezione per mani e piedi. 

Si tratta in sostanza di una "colonnina" del tutto simile ai metal detector degli aeroporti, pensata in particolar modo per uffici e spazi chiusi, con tre funzioni: termo scanner a infrarossi per controllo già a distanza di un metro della temperatura corporea (è possibile, integrando il dispositivo con una barriera, persino bloccare l’ingresso in automatico a chi ha la febbre); dispenser di gel igienizzante mani con fotocellula e nebulizzatore elettronico studiato per disinfettare piedi e calzature. La scansione del video permette di fermare anche le persone non dotate di mascherina o che, tramite riconoscimento facciale, abbiano già commesso in precedenza la violazione.   

“Ma questo è solo il primo prototipo della nostra startup - spiegano i fondatori di Sunrise - Il nostro obiettivo è lanciare anche “Box for Life”, un prodotto riservato ai grandi concentramenti di persone. Per realizzarlo, ci siamo ispirati ai dispositivi che oggi vengono usati in Cina e a Wuhan in particolare. Pensiamo a spiagge, discoteche, concerti, eventi sportivi, piazze. Molti enti pubblici si sono già interessati all’idea. Ma noi siamo veneti, e abbiamo deciso di partire, in sintonia con l’amministrazione comunale, con un lancio a Caorle, sulle nostre spiagge al collasso senza turisti. Si tratta di una cabina dotata di augelli nebulizzanti che circondano la persona e la sanificano in estrema velocità, il via libera è dato da un dispositivo. Col Coronavirus in circolazione, purtroppo, dovremo cambiare la nostra routine. E questo è l’unico modo sicuro per farlo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


sprayforlife-2
Covid Detector

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: arriva l'eco-sconto per salvare l'automotive

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 4 giugno 2020

  • Coronavirus, ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • A giugno ultima busta paga "light", poi arriva il bonus fino a 100 euro

Torna su
Today è in caricamento