Emilio Fede prepara un programma tv e scende in politica

L'ex direttore del Tg4 lavora a nuovo progetto ideato "dallo stesso Berlusconi" per il suo ritorno in video e "scende in campo" con il movimento "Vogliamo Vivere"

Emilio Fede

Emilio Fede si prepara a tornare in tv con un nuovo programma ed è pronto a lanciare un nuovo movimento politico.

La fonte è proprio lui, l'ex direttore del Tg4, che un'intervista  a "Italia Oggi" racconta che cosa bolle nella sua pentola a cinque mesi dall'abbandono del Tg4.

Fede dà il suo personalissimo in bocca al lupo alla nuova edizione del suo ex Tg, diretto ora da Giovanni Toti, che andrà in onda dal 3 settembre completamente rinnovato.

"Il mio Tg4 faceva 1,2 milioni di telespettatori, l’attuale ne fa 450mila. Ma Toti anzi Tottttti con 5 t è un genio. Ma lo sa che il Tgcom24 fa al massimo duemila contatti? Hanno cancellato una pagina storica dell’informazione e vogliono far credere che il Tg4 attuale stia andando meglio del mio ma infatti Toti è un genio, ora fa più ascolti e io invece sono solo un giornalista alle prime armi, fallito e dimenticato. È proprio così".

E intanto Fede divide le sue energie tra un nuovo progetto televisivo e un nuovo movimento politico.

"Metto a punto il programma che c’è nel mio contratto e che dovrei fare in autunno. Spero sia gradito, parte da un’idea dello stesso Berlusconi. E sono sicuro di avere l’appoggio di Confalonieri, ma soprattutto di Crippa", rivela Fede mentre l'Espresso ha avuto la conferma anche della discesa in campo del giornalista con il movimento "Vogliamo vivere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi muovo da solo, e ci metto soldi miei. Berlusconi non ne sa niente. "Vogliamo Vivere" riassume il malessere di tanti, sotto il cosiddetto governo tecnico. Il centrodestra non può finire in mano alla Santanchè. E di là chi c'è? Beppe Grillo. Io non sono un politico, io ho una storia, sessant'anni di giornalismo, la Rai, l'Africa, le guerre seguite al Tg4. Questa storia due anni fa è stata inquinata, ma non mi faccio intimidire". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 maggio 2020

  • Si allontana la data del "contagio zero": le nuove stime, regione per regione

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Benzina e diesel, brutte notizie al distributore per gli automobilisti

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

Torna su
Today è in caricamento