Fabio Volo "raisonneur" sul senso delle cose al FestivalFilosofia 2012

In un programma che spazia da Zygmunt Bauman al bosone di Higgs spunta a sorpresa Fabio Volo, chiamato a filosofeggiare su "questione dell'essere e dell'avere, della povertà e della ricchezza, del corpo e del cuore"

Fabio Volo

Dal 14 al 16 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo si tiene il Festival della Filosofia: una tre giorni che raccoglie circa 200 appuntamenti fra lezioni magistrali, mostre, concerti, spettacoli e cene filosofiche alla quale partecipano nomi come Zygmunt Bauman, Marc Augé, John Searle, Serge Latouche, la cinese Anne Cheng, Massimo Cacciari, Umberto Galimberti, Emanuele Severino e Remo Bodei.

Tutti insieme per riflettere sulle "cose", il tema scelto per l'edizione 2012, "riconoscendo che in questo tema si scorge il luogo materiale e teorico di alcune delle più caratteristiche trasformazioni della contemporaneità", come spiega il programma del festival.

E spulciando il calendario della manifestazione, tra una conferenza sul consumismo e una sul Confucianesimo, tra una riflessione su "La donna: oggetto di "possesso" o oggetto d'"amore"?", tra un dibattito sulla materializzazione dell'universo e un'installazione sul bosone di Higgs, spunta all'improvviso Fabio Volo, in una serata dedicata alle popolazioni colpite dal terremoto.

Ebbene sì: a discettare sul senso delle cose ci sarà anche Fabio Volo, in un incontro condotto da Beppe Cottafavi, semiologo nonché editor di "Va' dove ti porta il clito" di Daniele Luttazzi, del libro delle barzellette di Francesco Totti, ma anche di Edmondo Berselli, Dino Risi, Stefano Bartezzaghi, Francesco Guccini, e Paolo e Enzo Jannacci.

L'incontro si intitola "Qualcosa di più dalla vita", con Fabio Volo (nelle vesti di "scrittore, cantante, conduttore televisivo e radiofonico, dj, attore, doppiatore, insomma istrione dello spettacolo a tutto tondo") chiamato a conversare "a titolo gratuito" su "racconti, riflessioni, fantasticazioni libere attorno alle questione dell'essere e dell'avere, della povertà e della ricchezza, del corpo e del cuore: insomma sul senso delle cose". Chapeau. 

Guarda anche

Fabio Volo legge "Desiderata"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Fabio Volo durante il suo programma su Radio Deejay, Il volo del Mattino, ha letto la poesia "Desiderata" di Max Ehrmann

Potrebbe interessarti

  • Uova, quante possiamo mangiarne (e occhio a come le cucinate)

  • Bere acqua e limone al mattino appena svegli fa bene?

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Coloranti chimici nei prodotti del supermercato: a cosa fare attenzione

I più letti della settimana

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 9 luglio 2019

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Eros Ramazzotti e Marica Pellegrinelli: ecco perché si sono lasciati

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Fine delle speranze: trovato morto Stefano Marinoni, il ragazzo scomparso dal 4 luglio

  • Caterina Balivo felice al battesimo di Cora: grande l’intesa con la figlia del marito

Torna su
Today è in caricamento