"Da Sodoma a Hollywood", al via il gay, lesbiche, bisessuali e transgender Film Festival

La ventottesima edizione della kermesse si terrà presso il cinema Massimo di Torino dal 19 al 25 aprile: 120 i film in rappresentanza di 34 nazioni

Un'immagine tratta dalla serie "G&T"

Si terrà al Cinema Massimo di Torino, dal 19 al 25 aprile, la manifestazione "Da Sodoma a Hollywood", 28° edizione dl Glbt (Gay, Lesbiche, Bisessuali e Transgender) Festival.

"Sarà un’edizione bella e importante anche quest’anno, nonostante i sacrifici economici: questo festival è una presenza irrinunciabile nel patrimonio culturale della città" - ha affermato Alberto Barbera, direttore del Museo Nazionale del Cinema e organizzatore della manifestazione.

Centoventi i film che verranno presentati, in rappresentanza di trentaquattro nazioni. Ben trentasei le opere provenienti dagli Stati Uniti, sei da Israele, cinque dal Canada, quattro dall’Australia, venti dall' America Latina.

Per quanto riguarda l'Europa, saranno proiettati quattordici film provenienti dalla Spagna, undici dalla Francia, mentre l’Italia propone venti opere. In programma anche due serie web  torinesi, una del collettivo "Le BADhOLE" e un sunto delle ultime puntate di "G&T" di Francesco D’Alessio.

Saranno inoltre presentati i documentari "Nessuno è Perfetto" di Fabiomassimo Lozzi, "Le lesbiche non esistono" di Laura Landi e Giovanna Selis e infine "Il rosa nudo" di Giovanni Coda. 

Spazio anche alla musica durante la manifestazione, con i video di Paolo Ferrarini, musicista indipendente, mentre nella sezione "Concorso lungometraggi" sono previsti due opere in anteprima: l’australiano «Monster Pies» di Lee Galea, una sorta di Romeo e Giulietta in versione gay, e il messicano «Todo mundo tiene a alguien menos yo» di Raul Fuentes. 

All'interno del "Concorso documentari" troviamo invece  "Paul Bowles: The Cage Door is Always Open" di Daniel Young, dedicato al padre della beat generation, e "Codebreaker" di Clare Beavan e Nic Stacey, incentrato su Alan Turing, considerato il pioniere dell’intelligenza artificiale e dell’informatica.

Durante il Festival verrà anche assegnato il premio "Dorian Gray", conferito ogni anno ad un personaggio di rilievo per il suo contributo nella lotta per i diritti di gay, lesbiche, bisessuali e transgender.

Dopo James Ivory, Lindsay Kemp e Luciana Littizzetto, quest’anno è stata scelta Ingrid Caven. Donna dalla forte personalità e attrice teatrale e cantante di grande talento, la Caven riceverà il premio da Ugo Nespolo domenica 21 aprile.

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

  • Reddito di cittadinanza, lavora (in nero) con uno stipendio di 1.220 euro e prende il sussidio

Torna su
Today è in caricamento