"Chi L'ha visto?", il disturbatore della Sciarelli chiede scusa: "Non chiamerò più"

Michele Caruso chiamò durante la trasmissione di Rai Tre fingendosi un testimone dell'aggressione di Emanuele Morganti, mandando la conduttrice su tutte le furie

Federica Sciarelli

Federica Sciarelli può tirare un sospiro di sollievo. Michele Caruso, il disturbatore che due settimane fa la fece imbufalire chamando la diretta di "Chi L'ha visto?" e fingendosi un testimone dell'aggressione di Emanuele Morganti ad Alatri, ha promesso di non commettere più nulla del genere.

L'uomo, noto disturbatore delle radio romane, ha telefonato a Radio Cusano Campus, durante il programma ECG, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, per chiedere pubblicamente scusa alla conduttrice del famoso programma di Rai Tre. "Perché faccio sempre arrabbiare la Sciarelli? Lo confesso, ero io ad aver chiamato Chi L'ha visto - ha rivelato Caruso - Non sono un mentecatto, vorrei sempre dare un contributo valido a programmi d'inchiesta. Siccome ho studiato psicologia, quando ci sono questi casi, come quello di Alatri, dove uno dovrebbe almeno chiamare il 113 e il 118, in psicologia questo si chiama apatia degli astanti. Se ci fossi stato io avrei fatto tutt'altro e mi sono sentito in dovere morale chiamando la Sciarelli anonimamente per poter dare un contributo al fine di stimolare chi poteva farlo e non l'ha fatto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Michele Caruso, poi, ha concluso: "Federica Sciarelli ha detto che mi vuole querelare perché io la importuno e la molesto, ma questo non è vero. Ho una mia sensibilità. Comunque chiedo scusa alla giornalista Sciarelli, che è anche un personaggio molto amico dei gay e prometto che non la chiamerò più. Anzi, le auguro anche una buona Pasqua".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

Torna su
Today è in caricamento