Ghali presenta 'I love you' al carcere di San Vittore: "Qui venni a trovare mio padre" | VIDEO

Il nuovo singolo esce oggi 15 marzo, ad un anno dal successo di 'Cara Italia' certificato tre volte platino

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Una canzone d’amore per il prossimo, nel senso più stretto del termine. Un manifesto contro la paura dell’altro da noi. Ad un anno da ‘Cara Italia’, il singolo Triplo Platino con oltre 107 milioni di visualizzazioni per il video, considerato a sua volta una sorta di inno degli italiani di seconda generazione, Ghali torna con il singolo ‘I Love You’, in uscita il 15 marzo. Se ‘Cara Italia’ era una dichiarazione d’amore di Ghali al suo Paese, ma anche una lettera alle istituzioni, ora sono le persone al centro del nuovo brano. I Love You, infatti, nasce dalla consapevolezza che per iniziare a cambiare le cose occorre partire dall’individuo e dalla sua realtà. La presentazione è avvenuta presso il carcere di San Vittore a Milano. 

"Qui venni a trovare mio padre"

“Sono entrato qui per la prima volta da piccolo, per venire a trovare mio padre e questi giorni qui sono stati per me importanti”, ha spiegato Ghali."Cara Italia è stata una lettera d’amore al mio paese. L’intento era quello di scuotere qualcosa nell’animo di chi spesso decide le nostre sorti, di fare arrivare a loro il nostro messaggio tramite una canzone d’amore, l’inno italiano della nuova generazione. A un anno dall’uscita nulla è cambiato e ho deciso di dedicare un’altra canzone d’amore a chi mi sta accanto, alla prima persona che potrebbe cambiare le cose, al primo futuro, quindi a un amico, un fratello o una sorella. Perché forse bisogna guardarsi a fianco prima di cercare di cambiare la testa di chi tra di noi non vuole mai scendere a giocare. Non ho ancora perso le speranze".

Ghali ha, infatti, scelto di associare questo progetto alla Casa Circondariale di San Vittore sia perché legata alle esperienze personali che lo hanno coinvolto e che hanno contribuito alla sua crescita personale e alla maturazione di un messaggio positivo, sia perché ha interagito con i detenuti più giovani cercando di dare voce e speranza a chi sta vivendo un periodo di riflessione profonda ma vuole una nuova opportunità.

Ledio muore a 11 anni, il dolore di Ghali: "Un fratello, sempre con me" 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • .... ma italiani ce n'è?

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Daniele Nardi, l'ultima intervista alle Iene: "Sono un po' folle, in montagna cerco la vita"

  • Alimentazione

    Mangiare la frutta a fine pasto fa male? Il parere (sorprendente) dell'esperto

  • Video

    Toninelli insultato in Senato. Dagli spalti urla contro il ministro: "Prendilo, cretino"

  • Cronaca

    Dà fuoco a un bus con una scolaresca: le immagini della fuga dei ragazzini

Torna su
Today è in caricamento