Vasco Rossi: “Quando ho capito che i concerti sarebbero saltati mi è crollato il mondo addosso”

Il rocker di Zocca si è raccontato a Milena Gabanelli in un'intervista per il 'Corriere della Sera'

Vasco Rossi

Sarà un’estate senza concerti quella che stiamo per vivere: nei mesi che per definizione sono dedicati alla musica e ai suoi spettacoli live, stadi e arene resteranno vuoti quale triste conseguenza di un’emergenza sanitaria verso cui non può ancora essere abbassata la guardia. Tra gli eventi musicali annullati anche quelli di Vasco Rossi, idolo di milioni di appassionati che ogni anno riempiono fino all’ultimo centimetro quadrato lo spazio attorno al suo palco. Una circostanza tanto straordinaria quanto deprimente per il rocker di Zocca che, intervistato da Milena Gabanelli per il Corriere della Sera, non ha nascosto la tristezza per quanto sta accadendo e non solo da un punto di vista prettamente professionale.

“L'impossibilità di avere contatti fisici creava la condizione per cui non si potevano fare concerti nemmeno a giugno. A quel punto mi è crollato il mondo addosso”: ha confidato il cantautore: "Per me fare concerti è importante anche dal punto di vista psicologico. Per fare i concerti mi devo tenere in forma, non mi devo lasciare andare: è un motivo per svegliarmi la mattina”.

Vasco Rossi, la collaborazione con Jovanotti e Laura Pausini

"In Italia c'è questo concetto che gli artisti sono considerati personaggi tra il circo e l'orchestrina: non sono considerati cultura", ha aggiunto ancora Vasco Rossi che ha raccontato di essersi attivato con altri artisti come Jovanotti e Laura Pausini, per creare un fondo di solidarietà finanziato da chi ha più possibilità per tutte le maestranze rimaste senza lavoro a causa del blocco della musica live.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ma il problema è a chi affidarlo: non c'era un'organizzazione, è una cosa abbastanza complicata", ha spiegato l’artista: "Intanto abbiamo pensato ognuno a proteggere i propri: io proteggo i miei collaboratori; penso alla mia squadra, una trentina di persone più o meno. Ognuno pensa ai propri, così siamo sicuri che quello che facciamo arriva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: arriva l'eco-sconto per salvare l'automotive

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 4 giugno 2020

  • Coronavirus, ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • A giugno ultima busta paga "light", poi arriva il bonus fino a 100 euro

Torna su
Today è in caricamento