homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcameravideo-camerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Pino Daniele, il ricordo dei colleghi a un anno dalla morte

La musica italiana si stringe intorno al cantante napoletano stroncato da un infarto un anno fa

Amici, colleghi e fan, oggi tutti ricordano Pino Daniele. Nel primo anniversario della sua morte, i social si riempiono di omaggi per il cantante napoletano stroncato da un infarto: foto, canzoni, testi, chiunque dedica in queste ore un pensiero al grande Pino.

La musica italiana piange uno dei suoi più grandi protagonisti e sono in tanti a sottolineare il vuoto che ha lasciato. "Sempre. Per sempre. Io dico grazie a te" scrive Laura Pausini su Facebook, postando il video di una loro esibizione. Lo stesso fanno Biagio Antonacci, tra gli ultimi a duettare con il cantautore, e Emma Marrone. Un messaggio pieno d'affetto arriva anche da Gigi D'Alessio: "E' già passato un anno, ma il vuoto che hai lasciato nelle strade e nel cuore della tua Napoli è ancora immenso. Anche se te ne sei andato, le cose che hai scritto rimarranno per sempre. O Pinòt... Io overamente t'agge voluto bene!".

Jovanotti, invece, ha voluto ricordare Pino Daniele con la performance che lui e Eros Ramazzotti gli hanno dedicato lo scorso luglio al San Paolo di Napoli: "In quello stesso stadio Pino Daniele nel 1994 mostrò a me e a Eros che eravamo sul palco con lui cos'è la musica quando diventa la voce di un popolo intero, senza stereotipi, tra radici e innovazione, tra rabbia e speranza, ricerca e passione, verità e bellezza, rigore e allegria. Erano altri tempi, non c'è un video ufficiale di quel concerto e neanche una registrazione, e forse è meglio così, in modo che la memoria in noi che c'eravamo, sul palco e nello stadio, faccia i suoi ricami. Quel concerto del 1994 fu una botta pazzesca dalla quale poi non mi sono più ripreso, e sarò sempre grato a Pino per avermela fatta vivere, è stato uno dei regali più belli mai ricevuti nella mia vita di artista. 21 anni dopo, il 26 luglio 2015 Pino non c'era più in carne ed ossa ma al San Paolo c'era la sua anima, in ognuno di quelli che cantavano i suoi pezzi insieme a noi c'era lui. Era lì con noi. E' stata un'emozione infinita".

Guarda anche

Pino Daniele riconquista l'Arena di Verona con "Nero a metà"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'anima più soul della musica italiana torna a esibirsi con il concerto evento "Nero a metà", sul palco che lo ha consacrato come uno cantautori più importanti della nostra storia

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Mondo

      Francia, musulmani in Chiesa e cattolici in moschea per onorare padre Jacques

    • Mondo

      Rouen, la comunità musulmana rifiuta la sepoltura del killer di padre Jacques

    • Mondo

      Siria, decine di famiglie in fuga dai bombardamenti su Aleppo: il video

    • Mondo

      Stati Uniti, mongolfiera prende fuoco e si schianta: morte 16 persone

    I più letti della settimana

    • Morta Letizia Leviti, la conduttrice di Sky tg24 scoppia in lacrime in diretta

    • Morta la figlia di Roger Moore, l'attore straziato dal dolore

    • E' morta Anna Maria Jacobini, il volto dell’Estate in diretta

    • Antonella Clerici: "Nella mia carriera ho fatto degli errori per troppa generosità"

    • Usa, morto il capo indiano Aquila Calva: recitò in "Balla coi lupi"

    • LaTavia Roberson sta meglio: “Sono stata in condizioni critiche, grazie per l’affetto”

    Torna su
    Today è in caricamento