Baudo choc: "Fui vittima di un regolamento di conti mafioso"

Il conduttore ha ricordato al "Grand Hotel Chiambretti" l'attentato che nel '91 distrusse la sua villa a Catania

Una puntata del "Grand Hotel Chiambretti" dedicata a uno dei padri della televisione italiana. Pippo Baudo sarà ospite del programma venerdì 22 maggio, dove ripercorrerà le sue più importanti tappe professionali, ma anche momenti intimi e dolorosi della sua vita, come l'attentato mafioso del '91 che distrusse la sua splendida villa sul mare di Santa Tecla, a Catania.

"Si trattò di un regolamento di conti mafioso nei miei confronti - ha spiegato Baudo, come si apprende da alcune anticipazioni - Avevo fatto una celebrazione del giudice Chinnici a Taormina parlando male della mafia e ci fu questa vendetta. Mi costò cara quella cosa".

Fortunatamente la notte dell'attentato, il 2 novembre del 1991, la villa era vuota. Chili di tritolo la fecero saltare in aria, ma Baudo decise di ricostruirla per non lasciarsi intimidire, anche se non ci andò più a dormire e qualche anno dopo l'attentato decise di venderla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 maggio 2020

  • Si allontana la data del "contagio zero": le nuove stime, regione per regione

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Benzina e diesel, brutte notizie al distributore per gli automobilisti

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

Torna su
Today è in caricamento