Sanremo 2020, la Rai apre a Mogol

Per ora è solo un'ipotesi, ma i vertici non la escludono e il diretto interessato non dice 'no'

Mogol

Tante le novità della prossima stagione Rai presentate martedì a Milano, ma nessuna su Sanremo. "C'è ancora da aspettare" ha fatto sapere l'ad Fabrizio Salini, che però non ha chiuso la porta all'ipotesi di Mogol come prossimo direttore artistico del Festival. 

La voce gira da qualche settimana ed è rimbalzata anche alla presentazione dei palinsesti, dove è stato specificato che, oltre a non esserci stato ancora nessun contatto, il lavoro per preparare Sanremo 2020 entrerà nel vivo la prossima settimana. Il nome di Mogol, però, non è da escludere. E lui non dice no.

Sanremo 2020, Mina direttore artistico? Rai: "Siamo disponibili"

"Il problema è la Siae - ha fatto sapere lo storico autore di Lucio Battisti al Messaggero - Come presidente, qualcuno potrebbe chiedere perché privilegio alcuni nomi a scapito di altri. Ho proposto come direttori artistici al posto mio i miei più stretti collaboratori, Anastasi e Barbera. Dicono che non è la stessa cosa". Detto questo, allora, viene da pensare che un contatto con la Rai ci sarebbe stato nonostante anche lui continui a sostenere di no. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

  • Natalia Titova: "La malattia è peggiorata, costretta a lasciare 'Ballando con le stelle'"

Torna su
Today è in caricamento