Sean Connery rischia l'arresto se non si presenta a testimoniare

Un giudice spagnolo ha minacciato di spiccare un mandato di cattura internazionale per l'attore 83enne e per sua moglie se non verranno a farsi ascoltare su una vicenda di corruzione e frode immobiliare che riguarda una loro villa a Marbella

Sean Connery rischia di finire in galera se non comparirà davanti a un giudice spagnolo per chiarire la sua posizione in merito a una presunta frode immobiliare.

Sulla testa dell'ex 007, ormai quasi 83enne, e di sua moglie Micheline pesa infatti la minaccia di un ordine di arresto internazionale qualora la coppia non si presenti per farsi interrogare, insieme ad altre 20 persone sospettate di corruzione in relazione a una villa di Marbella di proprietà dell'attore, sulla Costa del Sol.

Secondo il tribunale, l'edificio di quattro piani che ora sorge sul terreno dove un tempo c'era la villa dell'attore sarebbe stato costruito grazie a un permesso ottenuto corrompendo l'ex discusso sindaco di Marbella, Jesus Gil y Gil, in passato già al centro di vicende di corruzione.

La prima notifica per l'interrogatorio è stata recapitata ai coniugi Connery nel 2010 ma da allora la coppia ha avanzato ogni tipo di impedimento pur di non farsi interrogare. Sean Connery e sua moglie sostengono che nella vicenda della villa non c'è nulla di illegale e hanno giustificato la loro mancata mancata disponibilità con motivi legati alla loro età avanzata

Potrebbe interessarti