Fabrizio Corona torna in carcere

L'ex re dei paparazzi avrebbe infranto le disposizioni che gli aveva imposto il tribunale di sorveglianza

Fabrizio Corona, 44 anni

Fabrizio Corona torna in carcere. L'ex re dei paparazzi è stato prelevato dalla sua abitazione nel pomeriggio di lunedì 25 marzo, come riportato dal dal 'Corriere della Sera' in un articolo di Giuseppe Guastella. Il magistrato di sorveglianza Simone Luerti, infatti, ha sospeso l'affidamento terapeutico che gli era stato concesso per curarsi dalla dipendenza psicologica dalla cocaina. 

Fabrizio Corona arrestato in casa a Milano, non avrebbe fatto commenti alla vista dei poliziotti 

Ecco perché Fabrizio Corona torna in carcere

Secondo quanto trapelato la decisione del magistrato sarebbe legata alle violazioni che Corona avrebbe commesso negli ultimi mesi, infrangendo le disposizioni che gli aveva imposto il tribunale di sorveglianza. Ora sarà lo stesso tribunale a decidere, nelle prossime settimane, se revocare l'affidamento. L'ultima apparizione dell'ex fotografo risale a domenica 24 marzo quando era apparso in tv su La 7 a "Non è l'Arena" di Massimo Giletti.

"Eccessiva superficialità"

A fine febbraio il magistrato del tribunale di sorveglianza Luerti aveva diffidato Corona: gli aveva imposto di non lasciare più la Lombardia per serate e programmi televisivi fino al 30 marzo. Secondo l'accusa Corona avrebbe commesso una serie di violazioni delle disposizioni e ciò avrebbe dimostrato la sua "colpevole ed eccessiva superficialità".

Leggi la notizia su MilanoToday.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento