De Santis, direttrice Rai Uno: "Giuria d'onore di Sanremo? Meglio se composta da musicisti"

Teresa De Santis commenta le polemiche scoppiate a proposito della "giuria d'onore" del Festival, definita da più parti poco attinente alla materia che sarebbe andata a giudicare: "Lo stesso Baglioni ha riconosciuto che il meccanismo di quest'anno non è tra i più funzionali"

Teresa De Santis, direttrice di Rai Uno

''Nessun sistema elettorale è perfetto, neanche in ambito politico dove spesso si cambia, così come è accaduto per il Festival di Sanremo dove nel corso del tempo i diversi sistemi di voto sono sempre stati accompagnati da grandi contestazioni". Teresa De Santis, neo direttrice di Rai Uno, commenta le polemiche scoppiate a proposito della "giuria d'onore" del Festival di Sanremo, definita da più parti poco attinente alla materia che sarebbe andata a giudicare (oltre al presidente Mauro Pagani, i personaggi dello spettacolo Elena Sofia Ricci, Ferzan Ozpetek, Serena Dandini, Claudia Pandolfi, Beppe Severgnini, Camila Raznovich e Joe Bastianich).

Sanremo 2019, la Rai rischia una multa da 5 milioni di euro: “Voto del pubblico ribaltato” 

"Il meccanismo di questa edizione, in particolare, è stato poi riconosciuto anche da Baglioni come uno non dei più funzionali - spiega De Santis, che, nominata a novembre, con Sanremo ha avuto un vero e proprio "battesimo di fuoco" - Dal mio punto di vista comunque, essendomi io occupata di musica per anni, sarebbe stato più opportuno che la giuria d'onore, operando per il 20% del voto finale, fosse costituita da tutti musicisti se pure di generi diversi, mentre gli unici due musicisti erano Mauro Pagani e Joe Bastianich''. De Santis lo ha detto rispondendo ai commissari della Vigilanza Rai.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto alla giuria dei giornalisti, che, ha ricordato, ''per metà ha votato Alessandro Mahmood e per la restante metà altri artisti, credo sia la meno criticabile, se pur opinabile, perché composta non solo da giornalisti di spettacolo ma anche da esperti di musica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

  • Ritrovano il figlio rapito 32 anni fa: la gioia incontenibile dei genitori

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 21 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento