X Factor, Sfera Ebbasta ricorda il padre morto e si emoziona: “Mi si è chiuso lo stomaco”

Al termine dell'esibizione di un concorrente, il rapper ha condiviso con il pubblico del talent di Sky il ricordo del padre scomparso quando aveva solo 13 anni

Sfera Ebbasta a 'X Factor'

La seconda puntata di X Factor 2019 è stata segnata da un momento di grande commozione per Sfera Ebbasta, immedesimato nella storia di un aspirante concorrente che perso il padre proprio come lui.

Il 23enne Daniele si è esibito nel talent di Sky con il brano 'Your song': “Sono qui per la musica e per chi ha sempre creduto in me.  E’ venuto a mancare mio padre, sono qui a cantare per ricominciare”, ha spiegato il ragazzo al termine della sua performance che, tuttavia, non ha entusiasmato i giudici. “E’ difficile fare una valutazione perché hai condiviso con noi un dolore lancinante. Ti ringrazio per averlo portato qui, il tuo babbo sarebbe molto fiero di sapere che non molli”, il commento di Malika Ayane.

“Il tuo canto non è stato pari quanto il tuo dispiacere”, ha aggiunto Mara Maionchi, seguita da Sfera Ebbasta che ha condiviso la sua dolorosa esperienza. “Io ti capisco, perché ho perso anch’io mio padre”, ha ammesso il rapper, “Quella sensazione di vuoto che immagino tu provi è una sensazione che quando acquisti un po’ di consapevolezza poi diventa rabbia e fame, spero che diventi per te una svolta per raggiungere i risultati che vuoi”.

Sfera Ebbasta ricorda il padre morto: “Mi si è chiuso lo stomaco”

“Mi hai emozionato, però per me è no”, è stato il giudizio finale di Sfera che, alla fine, ha confidato a Mara Maionchi la forte emozione. “Mi si è chiuso lo stomaco di brutto”, ha ammesso il rapper che aveva 13 anni quando ha affrontato la morte del padre, l'uomo che, come ha raccontato in un'intervista a Vanity Fair, ha condizionato in maniera determinante la sua vita anche dal punto di vista professionale.  Soltanto dopo la pubblicazione di 'Rockstar', suo ultimo album, Sfera ha svelato al mondo la storia del suo primo tatuaggio, un vero e proprio tributo all'anima rock di suo padre: "Il mio primo tattoo risale al 7 dicembre 2010, giorno in cui ho compiuto 18 anni. E' una chitarra Stratocaster, proprio come quella di Jimi Hendrix, è un tributo a mio papà, grandissimo appassionato di rock, che mi ha lasciato troppo presto".

(Di seguito il video dell'esibizione di Daniele e le parole di Sfera Ebbasta)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

Torna su
Today è in caricamento