Inspiegabile picco radioattivo rilevato a Helsinki in Finlandia

Chernobyl (Infophoto)

L'ente per il nucleare finlandese (Stuk) ha aperto un'inchiesta sulle cause di un picco di radioattività eccezionale rilevato a Helsinki, che non rappresenta alcun rischio per la salute ma che rimane al momento inspiegabile.

Il 3 e 4 marzo è stata infatti misurata una concentrazione nell'aria di cesio-137 pari a 4mila microbecquerels per metro cubo, ovvero un livello mille volte superiore al normale. Nessun pericolo comunque per la salute: il livello di radioattività registrato è ben al di sotto della soglia di rischio. L'evento resta però inquietante.  

La causa non può essere l'occasionale riemergere delle particelle radioattive rilasciate dall'esplosione di Chernobyl del 1986; d'altronde, nessun incidente - che avrebbe comunque provocato un aumento di vari indicatori, e non solo del cesio-137 - è stato registrato nei due impianti nucleari finlandesi. 
 

Potrebbe interessarti

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci per combatterla

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

I più letti della settimana

  • Bollo auto, così cambia la tassa

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di sabato 15 giugno 2019

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 17 al 23 giugno 2019

  • Reddito di cittadinanza, l'ultima truffa: "Vivo da solo", scoperto e denunciato

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 giugno 2019

  • Bollo auto, con la pace fiscale c’è il condono (e vale per 10 anni)

Torna su
Today è in caricamento