menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Egitto, attacco all'hotel dei turisti: c'è l'ombra dell'Isis

Tentato attacco terroristico contro il Bella Vista Hotel a Hurghada, rinomata località turistica sul Mar Rosso

Tre turisti feriti, due di nazionalità austriaca e uno svedese, un uomo armato ucciso. E' questo il bilancio comunicato dalla polizia egiziana del tentato attentato contro il Bella Vista Hotel a Hurghada, rinomata località turistica sul Mar Rosso. I tre turisti sono stati feriti "in modo lieve", ha chiarito un responsabile delle forze dell'ordine. Sono entrambi stati uccisi dalla forze di sicurezza egiziana i due assalitori non identificati.

I terroristi erano armati di coltelli quando hanno attaccato il Bella Vista hotel al grido di "Allah è grande" , ha dichiarato la polizia, ed è con questi che i tre turisti sono stati colpiti. I tre turisti "soffrono di ferite all'arma bianca, ma le loro condizioni sono stabili", ha affermato un portavoce del ministero della Sanità, Khaled Megahed. Gli assalitori hanno cercato di entrare all'interno del resort passando per il ristorante della struttura che dà sulla strada, ha precisato il ministero degli Interni in una nota.  Per il ministro del Turismo Hisham Zazou, non si è trattato di un attacco terroristico ma di un tentativo di rapina, ma ci sono forti dubbi.

Da quando l'esercito ha destituito il presidente eletto Mohamed Morsi nel luglio 2013, l'Egitto è in preda a numerosi attentati jihadisti. L'attacco di Hurghada potrebbe rappresentare un nuovo duro colpo per il turismo, settore che è stato per anni uno dei pilastri dell'economia egiziana ma che ha patito i recenti attacchi dello Stato Islamico.

L'Isis ha rivendicato un attacco effettuato ieri contro turisti israeliani al Cairo; un'azione effettuata in relazione alla richiesta del leader, Abu Bakr al Baghdadi, per colpire "ovunque" gli ebrei. Un aereo passeggeri russo lo scorso 31 ottobre si schiantò nel Sinai per la presenza di una bomba - dopo il decollo dalla località turistica di Sharm el Sheikh - e tutte le 224 persone a bordo persero la vita.
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Gossip

      Lutto per Mara Venier, è morto l'ex marito

    • Cronaca

      Attenti alla pianta velenosa: "Si trova anche nei parchi italiani"

    • Gossip

      Diego Dalla Palma: "Una famosa conduttrice Rai rovinata dal botulino"

    • Citta

      Assalto al bar dopo Milan-Juventus, due accoltellati e un arresto

    Torna su