Pasqua di sangue in Sri Lanka: colpiti chiese e hotel, è strage

Esplosioni simultanee in più città del Paese, compresa la capitale Colombo

Foto EPA/STR

Una serie di esplosioni simultanee in hotel di lusso frequentati da turisti stranieri e chiese affollate di fedeli durante le celebrazioni. Pasqua di sangue in Sri Lanka, dove almeno sei esplosioni avvenute poco prima delle 9 del mattino, ora locale, hanno colpito tre chiese gremite per le messe e tre hotel, frequentati anche da turisti. Le esplosioni - almeno due di esse sarebbero state causate da attentatori suicidi - sono state registrate a Colombo, nella città orientale di Batticaloa e a Negombo, città a maggioranza cattolica a nord della capitale.

Sri Lanka, tra le vittime c'è una chef della tv: l'ultima foto a tavola con la famiglia

Qualche ora dopo altre due esplosioni, una nella capitale Colombo e l’altra a Dehiwela. Il ministero della Difesa ha ordinato 12 ore di coprifuoco, dalle 18 locali alle 6 di domani mattina. Il ministro Ruwan Wijewardene ha annunciato che "tutti i responsabili degli attacchi sono stati identificati e verranno arrestati il prima possibile": si tratta di "atti di terrorismo compiuti da estremisti religiosi".

Attentati a Pasqua in Sri Lanka: colpiti hotel e chiese

Il bilancio, provvisorio ma già pesantissimo e destinato con ogni probabilità ad aggravarsi, è di oltre 200 morti e 500 feriti, secondo quanto riportato dall'agenzia France press che cita fonti di polizia. Secondo le forze dell’ordine almeno 35 delle vittime sono straniere. L'Unità di crisi della Farnesina è al lavoro per effettuare verifiche sull'eventuale presenza di cittadini italiani.


Una delle chiese colpite dall'esplosione è il santuario di Sant'Antonio a Colombo. Le altre due sono San Sebastiano a Negombo, a circa 30 chilometri dalla capitale e una chiesa a Batticaloa, a 250 chilometri a est della capitale. Secondo quanto riferiscono fonti della polizia e dell'ospedale di Batticaloa, il bilancio in quella città sarebbe di almeno 25 morti. Nella capitale, Colombo, il bilancio sarebbe di altre 25 persone uccise.

Il portavoce della polizia Ruwan Gunasekera ha detto che i feriti sono stati evacuati mentre le forze di sicurezza hanno isolato le aree e sono in corso delle operazioni. Tra i feriti ci sarebbero anche alcuni cittadini stranieri che soggiornavano nei tre hotel a cinque stelle colpiti: Cinnamon Grand, Kingsbury e Shangri-La, situati nel cuore di Colombo. La sicurezza nella capitale e nell'aeroporto, intanto, è stata intensificata.


"Per favore restate in casa. Ci sono molte vittime, inclusi stranieri". Lo scrive su Twitter il ministro dello Sri Lanka per le Riforme economiche Harsha de Silva, che ha visitato alcuni dei luoghi attaccati. "Scene orribili, ho visto arti amputati sparsi dappertutto, le squadre di emergenza sono state inviate in tutti i luoghi. Abbiamo portato molte vittime in ospedale, speriamo di aver salvato molte vite", ha aggiunto il ministro.


Nello Sri Lanka - che ha una popolazione totale di 21 milioni di persone - vivono circa 1,2 milioni di cattolici. Il Paese ha circa il 70% di buddisti, il 12% di indù, il 10% di musulmani e il 7% di cristiani. Il Paese, colpito oggi da una serie di devastanti  attentati che hanno provocato almeno 190 vittime, era stato relativamente tranquillo dalla fine del conflitto civile del 2009 con i separatisti Tamil. Un confitto che secondo le Nazioni Unite, ha lasciato tra gli 80.000 e i 100.000 morti. I cattolici sono visti come una forza unificante perché fanno parte sia dei Tamil che della maggioranza dei cingalesi. Tuttavia in alcuni casi i cristiani sono guardati con sospetto, perché appoggiano le indagini esterne sui crimini dell'esercito dello Sri Lanka contro i Tamil durante la guerra civile.

Sri Lanka, bombe in chiesa: le prime immagini

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Mussulmani feccia del mondo

  • ... non solo porti chiusi, ma anche sparare a vista, altro che importare gente dai paesi incivili...

  • Mi aspetto di vedere se ci sarà lo stesso numero di "demo-cratici" che si strapperà le vesti di dosso come fatto per quello che è successo in nuova zelanda qualche mese fa.

    • Non credo

Notizie di oggi

  • Economia

    Via gli 80 euro in busta paga, Tria: "Verranno riassorbiti dalla riforma fiscale"

  • Politica

    L'Agcom diffida il Tg2: "Servizi parziali e non obiettivi, episodi reiterati e non occasionali"

  • Sport

    È morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1: addio a uno dei più grandi piloti di sempre

  • Cronaca

    Torna libera Deborah, la ragazza che ha ucciso il padre violento

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 18 maggio 2019

Torna su
Today è in caricamento