Attentati Parigi, Salah si oppone all'estradizione ma è "pronto a collaborare"

Primo interrogatorio del regista delle stragi di Parigi. L'uomo avrebbe ammesso la sua presenza nella capitale francese nella data degli attentati. Il legale: "Collabora con la giustizia belga ma si opporrà all'estradizione in Francia"

All'indomani dello spettacolare arresto a Molenbeek di Salah Abdeslam, unico degli attentatori di Parigi a non essersi fatto saltare in aria il 13 novembre durante le stragi, l'inchiesta sui fatti di quel tragico giorno registra senz'altro una svolta, sebbene tutti, in Belgio come in Francia, si affrettino a dire che la battaglia contro la rete del terrorismo jihadista è lungi dall'essere vinta.

L'uomo più ricercato d'Europa, 26 anni, franco-marocchino cresciuto a Bruxelles, è rimasto leggermento ferito ad una gamba durante il raid che ha portato al suo arresto. Dimesso stamattina dall'ospedale, è stato trasferito nei locali della polizia belga per un primo interrogatorio, dopo il quale il giudice ha tramutato il fermo in arresto.

Il legale di Salah, Sven Mary, ha detto che il suo assistito ha promesso di collaborare con gli inquirenti, ma non vuole essere estradato in Francia. "Collabora con la giustizia belga. Nell'ambito del mandato d'arresto europeo sulla base del quale la Francia chiede l'estradizione, vi posso dire fin d'ora che si opporrà all'estradizione" ha detto Sven Mary.

L'uomo avrebbe ammesso la sua presenza nella capitale francese nella data degli attentati che uccisero 130 persone. Abdeslam potrebbe quindi essere "consegnato" alla Francia, piuttosto che "estradato", una procedura quest'ultima che richiede più tempo. Ieri il presidente francese Francois Hollande aveva chiesto al premier belga Charles Michel di procedere "il più rapidamente possibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il suo arresto "è un colpo durissimo inferto a Daesh", ha commentato stamattina il ministro degli Interni francese Bernard Cazeneuve, che ha partecipato assieme ad altri ministri al Consiglio di Difesa convocato da Hollande all'Eliseo. "Salah Abdeslam dovrà rispondere delle sue azioni davanti alla giustizia francese". In attesa dell'estradizione Abdeslam dovrebbe essere trasferito presso la prigione di Bruges, che dispone di un reparto medico di massima sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento