homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Libia, esplode camion bomba: massacro dell'Isis a Zliten

Attentato kamikaze contro un centro di addestramento della Guardia costiera. I morti sono diverse decine. Dichiarato lo stato di emergenza a Tripoli e Misurata

Sarebbero decine le vittime dell'attentato messo a segno questa mattina contro un centro di addestramento della Guardia costiera a Zliten, a Ovest di Misurata, in Libia. 

E' quanto riporta il sito Libya Observer, secondo cui erano circa 400 le reclute presenti nel campo al momento dell'esplosione. "E' un massacro": così testimoni hanno descritto l'attacco suicida. 

Nell’attacco sono morte almeno 40 persone, ha scritto Reuters citando il sindaco di Zliten. Altre fonti parlano di un numero di vittime molto maggiore. Alcuni siti libici riferiscono di oltre 100 vittime. Secondo l'agenzia di stampa libica Lana, vicina al governo di Tobruk, ci sarebbero almeno 15 morti e 30 feriti, mentre l'agenzia rivale del governo di Tripoli ha riferito di almeno 50 morti e 127 feriti.

Lo Stato islamico (Isis) ha rivendicato l'attacco kamikaze. Sull'agenzia Amaq, uno dei media ufficiali del califfato, si afferma che l'attentato è stato messo a segno "da uno degli eroi dello Stato islamico a Zliten". 

Il ministero della Sanità ha dichiarato lo stato di emergenza a Tripoli e Misurata per fronteggiare l'alto numero di morti e feriti. Immediata la condanna dell'inviato dell'Onu per la Libia, Martin Kobler.


L'attentato è avvenuto attorno alle 8 quando circa 400 reclute erano impegnate nelle esercitazioni nel campo di addestramento della Guardia costiera; l'esplosione è stata avvertita anche a Misurata, secondo quanto riportato dal Libya Observer, che si trova 60 chilometri a Est di Zliten. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • L'agenzia Amaq, come tutti i media ufficiali del califfato, invece di raccontare le corbellerie di facciata cui in Occidente (e nel resto del mondo) non crede più nessuno, con qualche eccezione per delinquenti abituali, tossici e mussulmani delusi dalla vita, farebbe bene a dire che non è stato affatto un eroe, ma uno sfigato escluso da tutto, imbeverato di promesse ed ideologia jahadista. Un idiota che si è fatto saltare in aria...tranquillo Abu Bakr al-Baghdadi, toccherà presto anche a te! Farai un bel botto, e non ti si rimpiangerà nessuno, ma proprio nessuno!

Notizie di oggi

  • Politica

    Renzi teme l'effetto Brexit: "Rinvio del referendum è più di un'ipotesi"

  • Mondo

    Brexit, Juncker: "Non sarà un divorzio consensuale"

  • Politica

    Yanis Varoufakis e Luigi De Magistris lanciano il movimento delle "città ribelli"

  • Rassegna

    Zecche, è allarme: sette persone in ospedale per l'encefalite

I più letti della settimana

  • Vittorio Sgarbi ricoverato d'urgenza: in ospedale con l'elisoccorso

  • Il Ponte di Christo è un inferno, idranti sulla folla: "Non venite nel pomeriggio"

  • Euro 2016, tabellone e calendario delle partite: dove vederle in tv su Rai e Sky

  • E' morta Sara Iommi: fatale lo schianto con la sua Panda contro un tir in Autosole

  • Violenze sessuali su bambini, gli abusi ripresi con lo smartphone: arrestato "Don Gianni"

  • A luglio arriva la carta d'identità elettronica: come averla

Torna su
Today è in caricamento