Libia, esplode camion bomba: massacro dell'Isis a Zliten

Attentato kamikaze contro un centro di addestramento della Guardia costiera. I morti sono diverse decine. Dichiarato lo stato di emergenza a Tripoli e Misurata

Sarebbero decine le vittime dell'attentato messo a segno questa mattina contro un centro di addestramento della Guardia costiera a Zliten, a Ovest di Misurata, in Libia. 

E' quanto riporta il sito Libya Observer, secondo cui erano circa 400 le reclute presenti nel campo al momento dell'esplosione. "E' un massacro": così testimoni hanno descritto l'attacco suicida. 

Nell’attacco sono morte almeno 40 persone, ha scritto Reuters citando il sindaco di Zliten. Altre fonti parlano di un numero di vittime molto maggiore. Alcuni siti libici riferiscono di oltre 100 vittime. Secondo l'agenzia di stampa libica Lana, vicina al governo di Tobruk, ci sarebbero almeno 15 morti e 30 feriti, mentre l'agenzia rivale del governo di Tripoli ha riferito di almeno 50 morti e 127 feriti.

Lo Stato islamico (Isis) ha rivendicato l'attacco kamikaze. Sull'agenzia Amaq, uno dei media ufficiali del califfato, si afferma che l'attentato è stato messo a segno "da uno degli eroi dello Stato islamico a Zliten". 

Il ministero della Sanità ha dichiarato lo stato di emergenza a Tripoli e Misurata per fronteggiare l'alto numero di morti e feriti. Immediata la condanna dell'inviato dell'Onu per la Libia, Martin Kobler.


L'attentato è avvenuto attorno alle 8 quando circa 400 reclute erano impegnate nelle esercitazioni nel campo di addestramento della Guardia costiera; l'esplosione è stata avvertita anche a Misurata, secondo quanto riportato dal Libya Observer, che si trova 60 chilometri a Est di Zliten. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • L'agenzia Amaq, come tutti i media ufficiali del califfato, invece di raccontare le corbellerie di facciata cui in Occidente (e nel resto del mondo) non crede più nessuno, con qualche eccezione per delinquenti abituali, tossici e mussulmani delusi dalla vita, farebbe bene a dire che non è stato affatto un eroe, ma uno sfigato escluso da tutto, imbeverato di promesse ed ideologia jahadista. Un idiota che si è fatto saltare in aria...tranquillo Abu Bakr al-Baghdadi, toccherà presto anche a te! Farai un bel botto, e non ti si rimpiangerà nessuno, ma proprio nessuno!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Meno delitti, più persone in carcere: così gli allarmi sulla sicurezza fanno crescere i detenuti

  • Cronaca

    Stranieri detenuti e radicalizzazione: false verità e numeri reali

  • Mondo

    In Europa ogni due minuti un bambino scompare nel nulla: "50mila segnalazioni all'anno"

  • Politica

    Taormina blindata per il G7: ci sono più agenti che cittadini

I più letti della settimana

  • Morti e feriti in un'esplosione alla Manchester Arena durante il concerto di Ariana Grande

  • Corea, Kim Jong-un ordina la produzione di missili a medio-lungo raggio

  • Filippine, gruppo filo-Isis irrompe in chiesa e prende in ostaggio sacerdote e fedeli

  • Isis rivendica l'attentato al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena

  • Crisi in Nord Corea, gli Usa inviano una seconda "super portaerei" nucleare

  • India, bus carico di pellegrini precipita nel fiume: 21 morti

Torna su
Today è in caricamento