Attacco a Londra, due morti. Il killer era un islamista in libertà vigilata

L'uomo sospettato di aver accoltellato a morte due persone era stato condannato nel 2012 per crimini collegati al terrorismo e rilasciato a dicembre 2018. Prima di essere ucciso dalla polizia è stato disarmato eroicamente da alcuni passanti: cosa sappiamo finora

L'attacco sul Londond Bridge

Era in libertà vigilata l’uomo sospettato di aver accoltellato a morte due passanti sul London Bridge, a Londra, prima di essere a sua volta ucciso dalla polizia. Si tratta di Usman Khan, 28 anni, già condannato in passato per reati di terrorismo. Le vittime sono un uomo e una donna, ha detto la polizia nelle prime ore di oggi. Inoltre ci sarebbero diversi feriti, due dei quali sono ricoverati in ospedale.

Passanti accoltellati sul London Bridge, attacco sferrato da una sola persona

"L'individuo era noto alle autorità, era stato condannato nel 2012 per crimini collegati al terrorismo e rilasciato in libertà vigilata nel dicembre del 2018", ha dichiarato il capo dell'anti terrorismo britannico Neil Basu, aggiungendo che "le indagini dovranno stabilire come abbia potuto portare a termine questo attacco". Basu, riferisce AdnKronos, ha reso anche noto che è stata perquisita un'abitazione a Staffordshire, l'area dove abitava il sospetto, e che la polizia non sta cercando nessun altro in relazione all'attacco". 

L'intervento eroico dei passanti

Secondo la polizia l’uomo indossava una cintura esplosiva rivelatasi poi finta. Prima di essere ucciso dalla polizia l’aggressore è stato disarmato eroicamente da alcuni passanti. "Abbiamo fatto tutto il possibile per provare a sottrargli il coltello in modo che non facesse male a nessun altro", ha detto alla BBC la guida turistica Stevie Hurst.  Una cittadina americana che si trovava sul posto ha ripreso la scena con il proprio telefonino postando poi il video su Twitter. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attacco sul London Bridge a Londra: la ricostruzione

In un altro video si vedono circa 10 persone che si affollano intorno a un uomo per terra, poi uno dei passanti esce dalla mischia con un coltello in mano, gridando ad altri testimoni di indietreggiare. Qualcuno avrebbe anche scaricato addosso al killer il contenuto di un estintore di anidride carbonica. Secondo Repubblica uno dei passanti che ha difeso una donna dal coltello dell'aggressore è un assassino condannato per aver ucciso a coltellate una donna. 

Da una prima ricostruzione sembra che il killer stava partecipando a un convegno dentro la Fishmonger’s Hall, un edificio storico a poca distanza dal London Bridge. "Riteniamo che l'attacco abbia avuto inizio all'interno prima che proseguisse sul London Bridge, dove l'uomo è stato bloccato dai passanti e successivamente colpito da ufficiali armati", ha detto Basu.

Attentato di Londra, i precedenti del killer

Stando alle informazioni che trapelano dalle indagini, il 28enne era dunque un estremista islamico. 

In un rapporto sul terrorismo stilato nel luglio del 2013 - scrive l'agenzia AdnKronos - si afferma che Khan erano uno di tre uomini che si erano recati da Stoke nelle aree tribali amministrate dal Pakistan per il piano teso a realizzare un campo di addestramento terroristico. Il gruppo era stato trovato in possesso di copie di "Inspire", il magazine in lingua inglese di Al Qaeda ed avevano considerato attacchi con lettere bomba. Ma l'attacco più pericoloso che i nove - tutti cittadini britannici tranne due nati in Bangladesh - volevano realizzare era quello contro la London Stock Exchange, dove volevano piazzare ordigni esplosivi nei bagni.

Nella sentenza il giudice concludeva che si trattava di una "seria attività terroristica a lungo termine" che poteva portare ad atti atroci in Gran Bretagna. "Tutti prevedevano di poter tornare insieme ad altre reclute in Gran Bretagna come terroristi addestrati a portare a termine attacchi nel nostro Paese", si legga ancora negli atti processuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Sonia Bruganelli: "Paolo Bonolis? La passione se n'è andata"

Torna su
Today è in caricamento