Bambina di due anni ingoia una pila e muore

Brianna Florer è morta e gli esami hanno rivelato che il decesso era stato causato da avvelenamento da litio. La piccola in uno dei sei giorni precedenti al decesso aveva evidentemente ingoiato una piccola pila a bottone, ma nessuno se ne era accorto

Non si dà pace nonno Kent, e ora fare in modo che non si ripeta mai più una tragedia come quella accaduta alla sua nipotina Brianna è diventato la sua ragione di vita.

Il giorno di Santo Stefano i nonni di Brianna Florer hanno notato che la pelle della bimba di due anni stava assumendo un colorito viola. Preoccupati, sono corsi in ospedale.

Nonostante un intervento disperato dei medici, non c'è stato nulla da fare. Brianna è morta e gli esami hanno rivelato che la morte era stata causata da avvelenamento da litio. 

La piccola Brianna in uno dei sei giorni precedenti al decesso aveva evidentemente ingoiato una piccola pila a bottone, ma nessuno se ne era accorto.

"Sono troppo pericolose, non possiamo tenere cose di questo genere in casa" dice ora nonno Kent dalla sua casa di Tulsa, Oklahoma.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    "No al lavoro nei giorni di festa", ma lo sciopero del 25 aprile non ferma la spesa

  • Economia

    Italiani schiavi del lavoro? Ora abbiamo anche i sensi di colpa per ferie e permessi

  • Cronaca

    Alfie, il giudice dell'Alta Corte dice no al trasferimento in Italia

  • Cronaca

    Omicidio Lidia Macchi, ergastolo per Stefano Binda: la sentenza 31 anni dopo il delitto

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2018, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Grande Fratello story, tutti i vincitori del reality show

  • Lotto, puntata folle (da 50 euro): giocatore fa terno e sbanca

  • In pensione a 61 anni e 7 mesi, il tempo sta per scadere: chi ha diritto al beneficio

  • "Tensioni con Barbara d'Urso", Ilary Blasi risponde in diretta

  • "Cerchiamo personale, si arriva a 1800 euro di stipendio: non troviamo nessuno"

Torna su
Today è in caricamento