Bambina di due anni ingoia una pila e muore

Brianna Florer è morta e gli esami hanno rivelato che il decesso era stato causato da avvelenamento da litio. La piccola in uno dei sei giorni precedenti al decesso aveva evidentemente ingoiato una piccola pila a bottone, ma nessuno se ne era accorto

Non si dà pace nonno Kent, e ora fare in modo che non si ripeta mai più una tragedia come quella accaduta alla sua nipotina Brianna è diventato la sua ragione di vita.

Il giorno di Santo Stefano i nonni di Brianna Florer hanno notato che la pelle della bimba di due anni stava assumendo un colorito viola. Preoccupati, sono corsi in ospedale.

Nonostante un intervento disperato dei medici, non c'è stato nulla da fare. Brianna è morta e gli esami hanno rivelato che la morte era stata causata da avvelenamento da litio. 

La piccola Brianna in uno dei sei giorni precedenti al decesso aveva evidentemente ingoiato una piccola pila a bottone, ma nessuno se ne era accorto.

"Sono troppo pericolose, non possiamo tenere cose di questo genere in casa" dice ora nonno Kent dalla sua casa di Tulsa, Oklahoma.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Legge elettorale, Grillo: "Sì al sistema tedesco, si voti il 10 settembre"

    • Politica

      Think tank, le 100 fondazioni che stanno cambiando la politica italiana

    • Sport

      La Roma soffre fino al 90esimo poi inizia la festa del "Totti day"

    • Sport

      Giro d'Italia, vince l'olandese Tom Dumoulin: sua la maglia rosa sul traguardo di Milano

    I più letti della settimana

    • Attacco a bus di copti in Egitto: 35 morti, molti sono bambini

    • Filippine, gruppo filo-Isis irrompe in chiesa e prende in ostaggio sacerdote e fedeli

    • Isis rivendica l'attentato al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena

    • Bomba nell'auto dell'ex premier greco Papademos

    • India, bus carico di pellegrini precipita nel fiume: 21 morti

    • Manchester, evacuato il centro commerciale Arndale: "Sentito un forte boato"

    Torna su
    Today è in caricamento