Camion frigo con a bordo 39 migranti morti: l'ammissione dell'autista davanti ai giudici

Il 25enne Maurice Robinson, di origine nordirlandese, si è dichiarato colpevole delle accuse di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, ma dovrà rispondere anche di omicidio colposo

Foto EPA/VICKIE FLORES

L'autista del camion frigorifero nel quale il 23 ottobre scorso sono stati trovati nel sud dell'Inghilterra i corpi senza vita di 39 immigrati vietnamiti ha ammesso le sue responsabilità. Lo sconcertante ritrovamento avvenne nella zona industriale di Grays, cittadina dell’Essex (Regno Unito). 

Il 25enne Maurice Robinson, di origine nordirlandese, si è dichiarato colpevole delle accuse di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, davanti al Tribunale centrale penale per l'Inghilterra e il Galles. Robinson, che è comparso davanti ai giudici in video collegamento dalla prigione di Belmarsh, deve anche rispondere delle accuse di omicidio colposo per la morte dei 31 uomini e delle 8 donne trovati senza vita all'interno del rimorchio del suo camion. L'uomo è sospettato di far parte di un'organizzazione internazionale per il traffico di esseri umani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Sonia Bruganelli: "Paolo Bonolis? La passione se n'è andata"

Torna su
Today è in caricamento