Coronavirus, casi impennano in Spagna e Germania. Madrid: test rapidi anche a chi ha sintomi lievi

Aumento esponenziale dei contagiati in Germania dove ci sono più di 10mila casi (ma pochi morti). In Spagna si contano ormai più di 600 vittime: e il governo corre ai ripari

Madrid semideserta dopo il lockdown deciso dal governo. EPA/Kiko Huesca

In Germania "l'epidemia del nuovo coronavirus si sviluppa con un andamento esponenziale", ha dichiarato Lothar Wieler, il presidente del Robert Koch Institute che nel paese coordina la ricerca sulle malattie infettive. Se i tedeschi non rispetteranno le misure varate per il contenimento della diffusione dei contagi, nei prossimi mesi potrebbero esserci dieci milioni di casi, ha aggiunto.  

La misura più importante raccomandata dall'infettivologo è il distanziamento sociale per tutti gli 80 milioni di tedeschi. Sono stati fino a ora confermati in Germania 10.087 casi di Covid-19, riferisce Bild. Il virus corre veloce: stando ai dati raccolti da Worldemeter ieri i contagiati sono stati più di duemila. La cancelliera tedesca Angela Merkel oggi ha presieduto un consiglio dei ministri dedicato alle nuove misure da adottare per fare fronte all'emergenza, al rimpatrio di decine di migliaia di turisti tedeschi rimasti bloccati all'estero e alla circolazione delle merci oltre i confini. Durante la riunione, i ministri hanno mantenuto una distanza di sicurezza fra loro.

Le persone decedute in Germania sono solo 27. Il tasso di letalità è dunque dello 0,26%, decisamente più basso rispetto a quello di molti altri Paesi. Il motivo non è chiaro: alcuni studiosi hanno ipotizzato che in questa prima fase in Germania il virus abbia colpito una fascia di popolazione più giovane, mentre altri sospettano che Berlino non faccia rientrare nella lista delle vittime i pazienti con patologie pregresse molto gravi. 

coronavirus germania 3-2-2

Spagna, quasi 14mila i contagiati: "Ora test rapidi anche a chi ha sintomi lievi"

I casi di Covid-19 continuano a crescere in maniera vertiginosa anche in Spagna dove si contano ormai quasi 13.910 contagiati e 623 vittime. Il tasso di letalità si attesta al 4,48%. Le persone ricoverate in terapia intensiva (quasi 800) sono aumentate del 37% rispetto a ieri. Finora la Spagna ha eseguito il tampone solo ai pazienti con gravi sintomi, ma nelle scorse ore le autorità sanitarie hanno annunciato che verranno effettuati dei test rapidi anche a coloro che presentano una sintomatologia lieve. Fernando Simón, direttore del Centro di coordinamento per le emergenze sanitarie, ha affermato che ciò provocherà un’impennata dei casi registrati, ma per le autorità fare più test significa anche poter riconoscere (e isolare) gli asintomatici. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Casi in aumenti anche nel Regno Unito (che al momento conta 262 casi, 626 più di ieri) e Francia, dove ormai i contagiati sono 7.730, di cui 2579 ricoverati e 699 in gravi condizioni. I morti, scrive Le Monde, sono 175. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Giuliana De Sio dopo il coronavirus: “Uno straccio di donna che però sta guarendo”

Torna su
Today è in caricamento