California col fiato sospeso: corsa contro il tempo, piogge minacciano la diga di Oroville

Mobilitata la Guardia Nazionale, anche l'esercito è pronto a scendere in campo: per 200mila residenti l'incubo di vedere le proprie case sparire sotto una valanga d'acqua che rischia di tracimare dal più grande bacino idrico degli Stati Uniti

OROVILLE (California) - E' corsa contro il tempo per riparare i danni alla più grande diga della California su cui incombe la minaccia di nuove piogge che secondo le previsioni metereologiche potrebbero aggravare la situazione fino a farla precipitare. E' stato emanato l'ordine di sgombero per quasi 200mila persone residenti mentre si lavora freneticamente per drenare l'acqua dalla diga nella speranza di evitare la catastrofe

Tutto è iniziato quando è stato scoperto un enorme buco nel canale di scarico di emergenza, in cui confluisce l'acqua in eccesso quando il livello del bacino idrico rischia di superare la diga. Ora gli elicotteri portavano enormi sacchi di pietra dalle cave vicine per tamponare la falla del canale di scarico sotto pressione per l'enorme massa d'acqua. La situazione sembra lievemente migliorata nelle ultime ore, ma alla popolazione è stata raccomandato di rimanere lontana dalla piccola cittadina 250 chilometri a nord di San Francisco. L'ordine di sgombero rimane in vigore per tutta una serie di localita' a valle (Oroville, Palermo, Gridley, Thermalito, South Oroville, Oroville Dam, Oroville East e Wyandotte).