Fratelli cannibali mangiano un neonato

La polizia ha descritto i due uomini come isolati dal mondo, abbandonati da mogli e familiari. Nella loro abitazione rinvenuta la testa di un neonato riesumato da un cimitero

La polizia pachistana ha arrestato due fratelli sospettati di aver mangiato un neonato, la cui testa è stata rinvenuta nella loro abitazione. Stando a quanto riferito dalle autorità, i due uomini erano già stati arrestati nel 2011 con la stessa accusa e hanno scontato una condanna a due anni di carcere.

Uno dei due arrestati ha raccontato alla polizia che il fratello avrebbe riesumato il corpo del bambino di soli due giorni in un cimitero situato nei pressi della loro casa, nel villaggio di Darya Khan, nel Punjab, a circa 300 chilometri a sud di Islamabad.

In Pakistan non esiste una legge che vieta il cannibalismo, per cui già nel 2011 i due uomini sono stati condannati per profanazione di corpo umano. La polizia ha descritto i due uomini come isolati dal mondo, abbandonati da mogli e familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 11 febbraio 2020

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

Torna su
Today è in caricamento