Mosul, uccisa da una mina la giornalista Shifa Gardi

Lavorava per la tv satellitare curda-irachena "Rudaw" ed è rimasta uccisa mentre stava seguendo i combattimenti tra le forze governative ed i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella città di Mosul

Una giornalista che lavorava per la tv satellitare curda-irachena "Rudaw" è rimasta uccisa mentre stava seguendo i combattimenti tra le forze governative ed i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella città di Mosul nel nord del Paese. Lo ha annunciato la stessa emittente che ha la sua sede a Erbil capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno.

"La reporter di guerra di Rudaw, Shifa Gardi, è caduta martire per l'esplosione di una mina seminata dai jihadisti dell'Isis nella parte orientale di Mosul liberata dalle forze irachene" ha detto Rudaw sul suo sito on-line in una notizia dell'ultima ora.

Nell'esplosione è rimasto ferito il film maker Yunisi Mustafa, secondo quanto riporta la stessa emittente. Gardi era responsabile della produzione dei notiziari del canale televisivo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

Torna su
Today è in caricamento