Mosul, uccisa da una mina la giornalista Shifa Gardi

Lavorava per la tv satellitare curda-irachena "Rudaw" ed è rimasta uccisa mentre stava seguendo i combattimenti tra le forze governative ed i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella città di Mosul

Una giornalista che lavorava per la tv satellitare curda-irachena "Rudaw" è rimasta uccisa mentre stava seguendo i combattimenti tra le forze governative ed i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella città di Mosul nel nord del Paese. Lo ha annunciato la stessa emittente che ha la sua sede a Erbil capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno.

"La reporter di guerra di Rudaw, Shifa Gardi, è caduta martire per l'esplosione di una mina seminata dai jihadisti dell'Isis nella parte orientale di Mosul liberata dalle forze irachene" ha detto Rudaw sul suo sito on-line in una notizia dell'ultima ora.

Nell'esplosione è rimasto ferito il film maker Yunisi Mustafa, secondo quanto riporta la stessa emittente. Gardi era responsabile della produzione dei notiziari del canale televisivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, assegno più leggero a gennaio: "Errore dell'Inps, che cosa fare"

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 13 al 19 gennaio 2020

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere

  • Gf Vip, bacio tra Pago e Adriana Volpe. Il marito tuona: "Grande Bordello"

  • Busta paga più ricca da luglio: cambia anche il bonus Renzi, gli 80 euro diventano 100

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

Torna su
Today è in caricamento