Mosul, uccisa da una mina la giornalista Shifa Gardi

Lavorava per la tv satellitare curda-irachena "Rudaw" ed è rimasta uccisa mentre stava seguendo i combattimenti tra le forze governative ed i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella città di Mosul

Una giornalista che lavorava per la tv satellitare curda-irachena "Rudaw" è rimasta uccisa mentre stava seguendo i combattimenti tra le forze governative ed i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella città di Mosul nel nord del Paese. Lo ha annunciato la stessa emittente che ha la sua sede a Erbil capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno.

"La reporter di guerra di Rudaw, Shifa Gardi, è caduta martire per l'esplosione di una mina seminata dai jihadisti dell'Isis nella parte orientale di Mosul liberata dalle forze irachene" ha detto Rudaw sul suo sito on-line in una notizia dell'ultima ora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'esplosione è rimasto ferito il film maker Yunisi Mustafa, secondo quanto riporta la stessa emittente. Gardi era responsabile della produzione dei notiziari del canale televisivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento