menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Grecia, la protesta dei calciatori: seduti in campo per i migranti

Clamoroso gesto, a Larissa, al fischio d'inizio della partita valida per il campionato di seconda divisione tra Ael e Acharnaikos. "Il gesto per ricordare chi muore 'ucciso' dalle politiche europee"

GRECIA - L'arbitro fischia l'inizio della partita. E' il segnale concordato: tutti e 22 i calciatori si siedono in terra. E lì resteranno per due lunghissimi minuti, mentre dagli spalti il pubblico osserva in silenzio. Poi un lungo e commosso applauso.

E' questa la singolare protesta dei giocatori di Ael e Acharnaikos, squadre del campionato di seconda divisione greca. La partita si è giocata a Larissa e la protesta è stata messa in atto per denunciare le continue stragi di migranti in mare, al largo delle coste greche.

Abbiamo voluto ricordare i tanti bambini che ogni giorno muoiono a causa del comportamento scellerato delle istituzioni europee

Queste le parole dei capitani delle due squadre in un comunicato letto al pubblico nell'intervallo e salutato da un applauso commosso. Per la cronaca, l'Ael - la squadra di casa - ha poi vinto 2-0. Ma il risultato, per una volta, è passato decisamente in secondo piano.

QUI IL VIDEO DELLA PROTESTA

grecia2-5

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Gossip

      Lutto per Mara Venier, è morto l'ex marito

    • Cronaca

      Attenti alla pianta velenosa: "Si trova anche nei parchi italiani"

    • Citta

      Assalto al bar dopo Milan-Juventus, due accoltellati e un arresto

    • Gossip

      Diego Dalla Palma: "Una famosa conduttrice Rai rovinata dal botulino"

    Torna su